Quanti tipi di hashish esistono? Principali tipi di hash e loro caratteristiche

Tipi di hashish

Scoprite i diversi tipi di hash e la loro origine.trattore o di macchinari più complessi. La varietà di texture finali reci

L’hashish è una delle forme più antiche e popolari di consumo di cannabis. È curioso come, nel corso della storia, ogni regione abbia sviluppato un proprio metodo per estrarre la resina dalla cannabis, ottenendo il prodotto che oggi conosciamo come hashish.

Esistono diversi tipi di hashish, che si distinguono per forma, colore, consistenza, aroma e sapore. In questo post esploreremo i diversi tipi di hashish esistenti, come vengono prodotti e quali sono le loro caratteristiche distintive. Dall’hashish marocchino al bubble hashish all’ice-o-lator, scoprite tutto quello che c’è da sapere sui diversi tipi di hashish!

Vedere il nostro CBD Hashish

Tipi di hashish: la forma più potente di marijuana

L’hashish è un concentrato di marijuana ottenuto dalla resina dei fiori di cannabis. La resina della marijuana (presente all’interno dei tricomi della cannabis tricomi di cannabis ) ha un’alta concentrazione di cannabinoidi come THC, CBD, CBN o HHC, oltre a terpeni come mircene, linalolo, cariofillene o pinene.

È perché contiene resina di cannabis concentrata che l ‘hashish ha una potenza maggiore rispetto alle cime della pianta stessa, e anche perché i suoi effetti e benefici sono più immediati e intensi. Per questo motivo è un prodotto molto apprezzato dai consumatori. Se volete saperne di più sugli effetti e le caratteristiche dell’hashish, vi consigliamo la nostra guida all’hashish .

Quanti tipi di hashish esistono?

Possiamo trovare, o produrre, molti tipi diversi di hashish, che si distinguono per l’origine e il ceppo utilizzato, ma, soprattutto, per il tipo di estrazione e lavorazione utilizzata per separare e lavorare questa resina.

È praticamente impossibile trattare tutti i diversi tipi di hashish esistenti al mondo. La popolarità di questa droga e i diversi metodi di estrazione fanno sì che si possano trovare molteplici varianti in tutto il mondo. Qui di seguito ne passiamo in rassegna i punti salienti.

Tipi di hash per origine

La distinzione storica che è stata fatta tra gli hashish si è basata sul paese di origine, poiché sia il tipo di varietà tipica della regione che il metodo di estrazione della resina variano tra i territori. Di seguito, passiamo in rassegna le caratteristiche degli hashish più leggendari in base alla loro origine:

Hashish marocchino

È senza dubbio il tipo di hashish più popolare in Europa e in Spagna, grazie alla sua vicinanza territoriale al continente europeo. Grazie alla sua tradizione, l’hashish marocchino è sempre stato considerato uno dei migliori al mondo. In questa regione si possono trovare diversi tipi di hashish.

La tecnica più utilizzata in Marocco per la produzione di hashish è la setacciatura. Questo metodo consiste nell’utilizzare un setaccio su cui posizionare i fiori di cannabis essiccati. Il setaccio viene poi colpito ripetutamente con un bastone (o una bacchetta), che fa cadere la resina e la fa filtrare attraverso il setaccio. Il polline o il kief così ottenuto viene pressato, utilizzando il calore, per dargli la forma di un piatto di hashish. piatto di hashish o a forma di palla. Questo tipo di hashish, per la sua tecnica, è anche conosciuto a livello internazionale come Dry Hash.

Da qui, il risultato varia a seconda della varietà di erbe utilizzate, del tipo e del tempo di filtraggio (e di quante volte è stato filtrato) o del modo in cui è stato pressato. Quindi, abbiamo tipi di hashish provenienti dal Marocco:

  • Hashish biondo: noto anche come polline o polline biondo, anche se tecnicamente il polline è la resina non trattata (o kief) che cade dalla pianta. La sua tonalità chiara e senape è dovuta al fatto che viene estratta da ceppi a basso contenuto di THC e non è stata filtrata o pressata pesantemente. Il suo gusto e il suo effetto sono morbidi e leggeri.
  • Hashish rosso: è un hashish più potente di quello biondo, soprattutto perché viene estratto da varietà tipiche della zona del Rif, con un contenuto di THC più elevato. Anche il colore è più scuro e la tavoletta risultante è più robusta.
  • Hashish nero o Hardala: ha una consistenza nera, appiccicosa e modellabile. Di solito proviene dalla zona di Ketama. C’è molta ambiguità sulla varietà o sulle miscele utilizzate per crearlo, ma è molto popolare tra i consumatori.
Hashish setacciato
Hashish marocchino

Hashish afgano

L’Afghanistan è uno dei luoghi di nascita della marijuana. In effetti, si ritiene che la cannabis di tipo indica sia originaria del luogo, in particolare della regione montuosa dell’Hindu Kush. Non sorprende quindi che il Paese abbia una forte tradizione nella produzione di hashish.

Il metodo di produzione dell’hashish afghano è simile a quello dell’hashish marocchino, ma è molto più complesso: la resina viene fatta passare attraverso diversi setacci, quindi il polline risultante viene spremuto lentamente con acqua o tè, su una piastra calda, ed essiccato utilizzando delle pelli. L’intero processo può durare settimane o mesi, per ottenere una consistenza densa, pastosa, caramellosa e nera.

L’hashish afghano è molto potente, grazie al complesso metodo di produzione e ai livelli di cannabinoidi delle piante utilizzate.

Hashish pakistano

Anche la regione confinante dell’Afghanistan – con cui condivide la catena montuosa dell’Hindu Kush – è famosa per l’hashish. È anche simile a quella dei suoi vicini. Il processo di produzione è simile, ma anche costoso e lungo, e viene essiccato per mesi in pelli di animali.

L’hashish pakistano è di colore nero e ha un sapore molto forte, pungente e aspro per la gola. Produce uno sballo potente e sedativo, poiché i ceppi utilizzati hanno alti livelli di THC.

Hashish nepalese

Questa regione himalayana è anche una delle culle della marijuana, dove è sempre cresciuta spontaneamente.

La caratteristica principale dell’hashish nepalese (come di quello indiano) è il modo in cui viene prodotto, noto come Charas, che è molto più rudimentale e semplice di quello afghano o pakistano. Consiste semplicemente nello strofinare le gemme, o i fiori, con le mani in modo che la resina rimanga aderente ad esse, e possa quindi essere trattata separandola dalle dita. Questo metodo può essere eseguito con la pianta viva o con i fiori già raccolti ed essiccati. Sembra che i nepalesi preferiscano usare i fiori secchi.

L’hashish che ne deriva ha la forma di una palla, o gomitolo, di grandi dimensioni. È appiccicoso e cremoso. È anche abbastanza potente, sebbene il suo fumo sia meno denso di quello dell’hashish delle regioni vicine.

Caras
Caras

Hashish libanese

Infine, tra gli hashish più apprezzati al mondo, troviamo quello proveniente da questo paese mediorientale. Il Libano ha anche una lunga storia con l’hashish e attualmente produce un’enorme quantità di resina di cannabis, valutata in milioni di dollari.

Il colore dell’hashish libanese ha una tonalità gialla o rossa, risultato del modo in cui le sue varietà vengono coltivate e del modo in cui i fiori vengono essiccati all’aria aperta.

Altri paesi con hashish emblematico

Ci sono altre regioni famose per il loro hashish nel mondo, quindi possiamo trovare: hashish indiano, anch’esso prodotto con la tecnica Charas (come il loro famoso hashish Kashmiri o il pregiatissimo hashish Malana), hashish turco o hashish olandese.

Tipi di hash in base alla loro tecnica di estrazione

Possiamo anche dividere i tipi di hash in base al metodo di estrazione. Su Cannactiva abbiamo un paio di articoli che approfondiscono questo argomento, come questo su estrazioni di cannabis .

Fondamentalmente, esistono due diversi tipi di metodi di estrazione: l’estrazione senza solventi e l’estrazione con solventi. Le estrazioni con solventi sono quelle che utilizzano sostanze per sciogliere e liquefare la resina e i cannabinoidi (come olio, alcol o gas); le estrazioni senza solventi sono quelle che utilizzano metodi manuali o meccanici, senza sostanze solventi.

Estrazioni senza solventi

  • Charas: L’abbiamo appena visto. Si tratta di estrarre la resina dai fiori strofinando le mani su di essi, fino a quando i tricomi sono uncinati e, da lì, possiamo manipolarli. Si può fare con la pianta viva o con i fiori raccolti ed essiccati.
  • Dry Hash o Dry Sift: il metodo più comune. Utilizzare un setaccio per filtrare la resina dai fiori secchi. Può essere effettuata manualmente (con un bastone o agitando un contenitore con fiori e un setaccio) o con metodi meccanici. Il Dry Sift si basa sullo stesso principio, ma utilizza un metodo più raffinato, con tecniche come la reincisione o l’elettricità statica.
polline di hashish cbd
Nuova Cannactiva Dry Sift Hashish: SUBLIME!!!
  • Estrazione con ghiaccio (Ice-O-lator, Fresh Frozen, Bubble Hash o Water Hash): dove il ghiaccio con acqua (o ghiaccio secco) viene utilizzato per raffreddare la resina e renderla più facile da estrarre (dopo di che viene filtrata attraverso dei filtri). Può essere utilizzato con fiori secchi o bagnati. Un’altra variante è il Nitro Hash, in cui viene utilizzato azoto liquido. Questi metodi sono relativamente moderni e l’inventore è Mila Jansen, la Regina dell’Hashish.
  • Colofonia: in questa tecnica il fiore viene pressato, rilasciando così la resina, utilizzando un ferro da stiro caldo o una macchina pressatrice.

Estrazioni con solvente

  • BHO: utilizzo di gas butano come solvente, con l’aiuto di un tubo estrattore o di macchinari più complessi. La varietà di texture finali è chiamata con molti nomi: Shatter, Sugar, Crumble, Wax, Cookies, Moonrock, Budder o Live Resin.
  • CO2 supercritica: i macchinari più avanzati vengono utilizzati per raffreddare la CO2 allo stato supercritico (che si comporta come un gas e un liquido allo stesso tempo), che funge da solvente. Come solvente si possono usare anche il propano o PHO (Propane Honey Oil), l’etanolo o QWET (Quick Wash Ethanol) o anche il dimetil etere o DME.

Tipi di hash in base alla loro pressione

Infine, possiamo trovare diversi tagli o tipi di hashish a seconda del tipo di pressatura:

  • Polline: resina non pressata o non pressata affatto. Conosciuto anche come Kief, Kif o Kifi. È molto apprezzata dai consumatori per la sua purezza, in quanto poco o per nulla trattata o pressata. Ha un colore giallastro.
  • Tavoletta: la più comune. Si tratta di hashish pressato con il calore. Come abbiamo visto, il colore e la consistenza possono variare notevolmente a seconda del tipo di pressatura e del ceppo utilizzato.
  • Bellota (o bottarga): il nome deriva dalla sua forma. Si tratta di un hashish altamente pressato in modo da poter essere ingerito e quindi passare attraverso le dogane con diverse di queste ghiande all’interno del corpo.

CBD hashish: l’unico tipo di hashish legale

L’hashish CBD è un tipo di hashish legale, perché è prodotto con i migliori fiori di CBD. i migliori fiori di CBD senza THC. È uno dei prodotti di punta, utilizzato per le sue importanti qualità rilassanti e calmanti. È facile capire perché l’hashish al CBD sia diventato così popolare: ha tutte le possibilità dell’hashish tradizionale a base di marijuana, ma senza gli effetti negativi che possono derivare dall’uso della marijuana stessa. Sballo da THCo i rischi di acquistare materiale di scarsa qualità o di dubbia provenienza sul mercato nero. Tutto ciò rende il CBD hashish un’opzione interessante, con eccellenti proprietà aromatiche e un’ampia gamma di opzioni disponibili.

È vero che si possono trovare molti tipi di hashish CBD. Ed è anche vero che da Cannactiva troverete pochi tipi di CBD hashish, ma solo perché vogliamo essere sicuri di ottenere il prodotto migliore. Nel nostro negozio CBD vi offriamo un hashish al CBD che è il risultato di anni di sviluppo e realizzato con i nostri fiori CBD di prima qualità. Dovete sperimentarlo!

Visualizza tutti i Cannactiva hashish

Informazioni sui tipi di hash (domande frequenti)

Qual è il miglior tipo di hashish?

Giudicare quale tipo di hashish sia il migliore è altamente soggettivo. Dipende dalla qualità della varietà utilizzata e dal metodo di estrazione e spremitura. L’hashish marocchino o afgano ha un’ottima reputazione, così come il polline. Anche il Dry Sift o alcuni tipi di BHO sono molto apprezzati. Tutto dipende dai gusti individuali e anche da ciò che si ha voglia di fare in quel momento. Ciò che è chiaro è che l’hashish è una preparazione tradizionale e selezionata con cui godere ancora di più del massimo sapore e della potenza della cannabis.

In che modo l’hashish fa bene?

L’hashish premium è quello che proviene da buoni ceppi e da metodi di estrazione che non lasciano residui. Dovrebbe avere un aspetto e un profumo gradevoli, una consistenza bruno-terrosa o ambrata (anche se ci sono alcuni hashish molto scuri e buoni), non pungere in gola e non avere un fumo molto scuro. Dovrebbe gorgogliare quando la fiamma si avvicina. Come il Bubble Hash di Cannactiva (vedi prezzo).

Qual è l’hashish più costoso?

A seconda dell’origine o del metodo di estrazione, si possono trovare prezzi molto elevati per alcune resine. L’hashish proveniente da un paese lontano, come il Libano o il Pakistan, sarà costoso. Le estrazioni di BHO, a causa della natura costosa e pericolosa della tecnica, tendono ad essere costose, così come il Dry Sift. Tuttavia, l’hashish Malana è considerato il più costoso al mondo.

Alcuni tipi di hashish sono più sani di altri?

L’hashish non può essere classificato come salutare, soprattutto se viene consumato attraverso la combustione. Un hashish al CBD non avrà gli effetti psicoattivi, come un hashish di marijuana al THC, e quindi non avrà gli effetti psicoattivi e i potenziali problemi dovuti al THC. Se, inoltre, è estratto con metodi naturali e non presenta residui tossici, sarà anche meno pericoloso per la salute in generale rispetto a quello che presenta tali residui o è di origine sconosciuta.

Che cos’è l’hashish bianco?

L’hashish bianco è un tipo di Bubble Hash ottenuto da piante di varietà sativa e raccolto molto prima della completa maturazione dei tricomi, quando la resina conserva ancora il suo colore più chiaro e brillante.

Qual è il tipo peggiore di hashish?

Senza dubbio, il peggior tipo di hashish è quello adulterato. Sul mercato nero si trovano compresse di dubbia provenienza e con presenza di contaminanti. Per questo motivo, si consiglia di acquistare sempre da negozi affidabili. Assaggiate la qualità premium dell’hashish CBD di Cannactiva!

Cannactiva
En Cannactiva queremos cambiar la perspectiva sobre el cannabis. Te traemos lo mejor de la planta a través de nuestros productos y de los posts que puedes leer en nuestro [...]

Mi Cesta0
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
Aprire la chat
1
Avete bisogno di aiuto?
Ciao!
Possiamo aiutarvi?
Attenzione Whatsapp (lunedì-venerdì/ 11.00-18.00)