Age Verification

Verifica dell'età

Per continuare, conferma di essere maggiorenne.

La Spagna è a favore della canapa e del CBD con una chiara regolamentazione

cbd legalità spagna 2023

Il Congresso dei Deputati sollecita il governo a regolarizzare la canapa e il fiore di CBD

Il 22 marzo 2023, il Congresso dei Deputati ha dato il via libera a una proposta che mira a chiarire e a raggiungere un consenso sulla legalità e sugli usi consentiti della canapa a fini benefici. Questa proposta non legislativa è un’iniziativa creata da CannabisHub, di cui Cannactiva è membro, e presentata al Congresso dei Deputati da Podemos, ERC (Esquerra Republicana) e Bildu. È possibile consultare la proposta cliccando qui.

In breve, questa proposta parla della grande confusione che esiste quando si tratta di determinare se la canapa è marijuana o meno. A causa di questa confusione, negli ultimi tre anni ci sono stati innumerevoli interventi nella coltivazione della canapa, così come nei negozi di canapa e CBD. Tuttavia, l’Unione Europea ha già chiarito nel 2020 che la coltivazione e l’utilizzo di tutte le parti della pianta di canapa, compreso il fiore, è una questione agricola e del tutto legale da coltivare.

Ma il CBD è legale o no?

La coltivazione della canapa è in piena espansione da quasi un decennio, grazie all’attenzione della scienza per il principio attivo contenuto nel fiore di canapa: il CBD. Tanto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato nel 2018 un rapporto sui benefici del CBD e sulla sua non tossicità per il consumo umano. Tuttavia, la sua forte somiglianza con la di pianta di cannabis crea molta confusione, al punto che nel 2021 le diverse comunità spagnole hanno iniziato a notare un forte aumento della coltivazione di canapa da parte di un gran numero di agricoltori in diverse parti della Spagna. E date le somiglianze tra canapa e marijuana, spesso si decide di intervenire nella coltivazione di queste colture, data l’incertezza sulla loro legalità.

In Spagna non esiste una normativa chiara sulla canapa e sul CBD, pertanto gli agricoltori, le aziende e gli utilizzatori di canapa e CBD subiscono le conseguenze dell’incertezza giuridica. Inoltre, esiste una certa inerzia proibizionista da parte di alcune amministrazioni, che ostacola lo sviluppo di un mercato in piena espansione, facendo sì che gli operatori spagnoli siano poco competitivi e in netto svantaggio rispetto ai loro vicini europei. Per ulteriori informazioni, consulta:


Che cosa ha da dire l’Europa a questo proposito?

Nel novembre 2020, l’Alta Corte di Giustizia europea ha stabilito che l’uso della pianta di canapa non è limitato solo alle fibre e ai semi, ma all’intera pianta, che contiene i fiori nelle sue parti aeree e dove si trova la resina per estrarre il CBD. Ha quindi chiarito che la coltivazione, la lavorazione e la commercializzazione di tutte le parti della canapa sono pienamente legali nell’Unione Europea.

CannabisHub ha deciso di agire per far luce sul problema esistente. In particolare, ha presentato una Proposta non legislativa insieme a Podemos, ERC e Bildu, che è stata presentata alla Commissione Agricoltura del Congresso dei Deputati il 22 marzo 2023. Il PSOE, che attualmente governa la Spagna, ha accettato questa proposta e l’ha modificata.

Quali sono i punti PNL della canapa?

L’iniziativa emendata dal PSOE nel Congresso dei Deputati spagnolo esorta il governo a promuovere la regolamentazione della canapa industrialeCiò garantirà la certezza del diritto per la produzione, la commercializzazione e il consumo di prodotti derivati, nel rispetto delle competenze regionali e del principio di sussidiarietà per quanto riguarda la tutela della sicurezza pubblica, della salute e dell’agricoltura.

Inoltre, l’AEMPS è invitata a dichiarare la propria posizione e le possibili conseguenze della mancata conformità in relazione alla sentenza della CGUE del 19 novembre 2020. Prevede inoltre la limitazione della percentuale di THC in una futura regolamentazione della canapa industriale, garantendo l’assenza di effetti stupefacenti, nonché rese colturali più elevate e sostenibilità in linea con il Patto Verde Europeo.

Un altro punto importante della proposta è la chiarimento della competenza sulla coltivazione della canapaLa pianta viene utilizzata sia per i suoi usi tradizionali sia per la produzione e il commercio di tutte le sue parti, comprese le sommità fiorite non stupefacenti per la commercializzazione o l’estrazione di cannabinoidi non stupefacenti, come il CBD.

Il Congresso seguirà anche gli sviluppi a livello europeo per l’attuazione di un quadro giuridico per tutti gli alimenti derivati dalla canapa, compresi quelli contenenti CBD e altri cannabinoidi che non hanno effetto stupefacente. Infine, si propone di armonizzare il processo di ispezione, controllo e analisi della coltivazione dei derivati della canapa attraverso le autorità competenti.

In conclusione, questa proposta è un grande passo avanti verso l’eliminazione dell’incertezza giuridica per gli agricoltori e i commercianti di canapa e di prodotti CBD derivati dalla canapa in Spagna. La regolamentazione deve ancora arrivare, ma il via libera dato oggi dal Congresso è molto significativo.

Questo aiuterà il settore della canapa a crescere come in altri Paesi dell’UE e a potenziare ulteriormente i benefici che la canapa ci offre, sia in termini di sostenibilità per i suoi vantaggi ambientali, sia a livello sociale per i suoi benefici per gli esseri umani.

Isidre Carballido
Fondatore e CEO di Cannactiva | Esperto di cannabis

Mi Cesta0
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
Aprire la chat
1
Avete bisogno di aiuto?
Ciao!
Possiamo aiutarvi?
Attenzione Whatsapp (lunedì-venerdì/ 11.00-18.00)