Legge bancaria sulla marijuana: nuova spinta per la cannabis negli Stati Uniti

Legge bancaria sulla marijuana

Senato al SAFER Banking Act, popolarmente noto come “Marijuana Banking bill”, la cui approvazione rappresenterebbe un importante impulso alla crescita del settore.

La nuova legge potrebbe cambiare le carte in tavola per il settore della cannabis negli Stati Uniti. L’attuale quadro normativo federale degli Stati Uniti non consente alle aziende produttrici di cannabis di accedere ai servizi bancari di base, aumentando i rischi e limitando la loro crescita. Il disegno di legge, noto come Secure and Fair Enforcement Regulation (SAFER) Banking Act, consentirebbe alle imprese di operare in condizioni di parità con altri settori, agevolandone la crescita e riconoscendo la legittimità e il contributo economico del settore.

Dopo l’approvazione da parte della Camera dei Rappresentanti e il via libera della commissione del Senato, la legge SAFER dovrebbe essere approvata dal Senato nel prossimo futuro.

Sfondo

Negli ultimi anni, 21 Stati e Washington D.C. hanno legalizzato l’uso ricreativo della cannabis per gli adulti e 37 Stati hanno implementato programmi di marijuana medica.

Sebbene la cannabis sia legale in molti Stati, la regolamentazione federale ha rappresentato un ostacolo, limitando l’accesso del settore agli strumenti finanziari di base per la crescita e la sicurezza.

In base alle attuali restrizioni normative federali, le aziende che producono cannabis non possono accedere a strumenti finanziari come conti bancari, depositi o beni di prima necessità come i terminali POS (Point-of-Sale) per accettare pagamenti con carta di credito. A causa di queste restrizioni, le imprese sono costrette a gestire le loro operazioni solo in contanti, aumentando i rischi per la sicurezza di proprietari, dipendenti e clienti e le potenziali complicazioni che ne possono derivare.

Versioni precedenti di questa proposta sono già state approvate dalla Camera dei Rappresentanti fino a sette volte. Tuttavia, la proposta non è mai stata approvata dal Senato.

Senato degli Stati Uniti avanza con il SAFER Act: cannabis bancaria all’orizzonte

Ieri, 27 settembre, la commissione del Senato ha dato il via libera alla legge per proseguire il suo iter legislativo, ma deve ancora essere approvata dall’intero Senato.

Dettagli del disegno di legge

La legge bancaria SAFER mira a rimuovere gli ostacoli bancari per le imprese che operano nel settore della cannabis, fornendo loro un quadro giuridico chiaro.

L’essenza del progetto mira a fornire sicurezza a queste imprese, riconoscendo la legittimità e il contributo economico del settore, facilitando il loro accesso ai servizi bancari.

Il disegno di legge è il risultato di mesi di negoziati ed è stato presentato congiuntamente dai senatori repubblicani, democratici e indipendenti: Jeff Merkley (D-Ore.), Steve Daines (R-Mont.), Kyrsten Sinema (I-Ariz.), Cynthia Lummis (R-Wyo.) e il leader della maggioranza Chuck Schumer (D-N.Y.).

La legge bancaria SAFER fornirà un rifugio sicuro ai dispensari e ai coltivatori di marijuana legali a livello statale per accedere alle banche e alle cooperative di credito regolamentate a livello federale, che finora sono state riluttanti a collaborare con queste imprese a causa del persistente divieto federale.

Tra i cambiamenti più importanti, il disegno di legge consentirà a queste società di accedere ai servizi bancari regolamentati, stabilendo linee guida uniformi, e di proteggere i loro diritti finanziari. La legge proibirà di chiudere i conti bancari delle aziende che producono cannabis “senza una buona causa” e proteggerà i dipendenti di queste aziende quando chiedono mutui sostenuti da programmi federali. La proposta “suggerisce” inoltre che le banche non dovrebbero negare i servizi finanziari alle società di cannabis sulla base di convinzioni personali o motivazioni politiche, e sollecita il Financial Crimes Enforcement Network del Tesoro degli Stati Uniti ad aggiornare le sue linee guida sui servizi bancari per l’industria della cannabis entro sei mesi.

Un altro fatto importante da notare è che, questa volta, il disegno di legge arriva tre settimane dopo la raccomandazione dell’amministrazione Biden di riclassificare la marijuana secondo le leggi federali sulle droghe. Si prevede che la Drug Enforcement Administration (DEA) modifichi la classificazione legale della marijuana da Schedule I (sostanze senza uso medico accettato e con un alto potenziale di abuso) a Schedule III, il che implicherebbe un cambiamento nella percezione legale e medica della marijuana e aprirebbe la strada all’approvazione della nuova legge.

Riclassificando la marijuana nell’Allegato III, si riconosce l’uso terapeutico della cannabis e il suo minore potenziale di abuso rispetto alle sostanze degli Allegati I e II. Questo cambiamento faciliterebbe la ricerca sulla cannabis medica e la regolamentazione delle attività legate alla cannabis nel Paese in generale, compresa l’attuale legge bancaria SAFER.

La legge SAFER mira a una rivoluzione finanziaria nel settore della cannabis

La proposta è vista con entusiasmo e come una risposta necessaria a un problema che ha limitato il potenziale di crescita ed espansione del settore. Il SAFER Banking Act ha il potenziale per trasformare l’industria della cannabis, fornendo sicurezza finanziaria e promuovendo la sua crescita negli Stati Uniti. Se approvata dall’intero Senato, questa legge darà ulteriore impulso all’economia legata alla cannabis in tutto il Paese.

Cannactiva
En Cannactiva queremos cambiar la perspectiva sobre el cannabis. Te traemos lo mejor de la planta a través de nuestros productos y de los posts que puedes leer en nuestro [...]

Mi Cesta0
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
Aprire la chat
1
Avete bisogno di aiuto?
Ciao!
Possiamo aiutarvi?
Attenzione Whatsapp (lunedì-venerdì/ 11.00-18.00)