Foglie di zucchero di cannabis: cosa sono e come si usano?

Foglie di zucchero di cannabis

Se coltivate la vostra cannabis, probabilmente sapete cosa sono le foglie di zucchero. Ma ci sono molti utenti che non hanno la fortuna di poter coltivare da soli e che potrebbero essere alla ricerca di materiale erboristico di qualità a un prezzo migliore rispetto ai “normali” fiori o gemme.

In questo caso, le foglie di zucchero potrebbero essere esattamente ciò che state cercando, ma come si fa a capirlo da questo termine dal sapore culinario? Spieghiamo da dove deriva il termine “foglie di zucchero” e cosa significa.

Cosa sono esattamente le foglie di zucchero?

Le foglie di zucchero sono un tipo specifico di foglie della pianta di cannabis che crescono tra i fiori e intorno alle cime. Sono piccoli, a volte addirittura minuscoli, e il loro scopo principale è quello di proteggere i fragili fiori, che sono biologicamente importanti per la riproduzione della pianta. Inoltre, queste foglie contribuiscono alla struttura e alla stabilità dei fiori durante la loro maturazione.

Botanicamente sono note come brattee.

Su Cannactiva utilizziamo le foglie di zucchero e i piccoli pezzi di gemme risultanti dalla manicure dei fiori di fiori di CBD per ottenere il prodotto che chiamiamo “hemp trim”:

Perché si chiamano foglie di zucchero?

Sono chiamate colloquialmente foglie di zucchero perché la loro superficie è ricoperta da piccoli tricomi biancastri, che assomigliano allo zucchero. Si tratta in realtà di un termine coniato dalla traduzione letterale di foglie di zucchero di cannabis.

Fiori di cannabis in cui sono visibili le foglie di zucchero, piene di tricomi bianchi, con un aspetto simile allo zucchero.
Fiori di cannabis in cui sono visibili le foglie di zucchero, piene di tricomi bianchi, con un aspetto simile allo zucchero.

Qual è la composizione delle foglie di zucchero?

La pianta di cannabis contiene tricomi pieni di resina e sostanze aromatiche e potenzialmente medicinali su tutta la sua superficie, ma queste sono particolarmente concentrate nei fiori, motivo per cui le cime sono la parte utilizzata della pianta.

Queste strutture resinose contengono cannabinoidi, terpeni e altri composti che conferiscono alla cannabis il suo caratteristico aroma e sapore.

Nelle foglie zuccherine, quelle che si trovano sulle gemme, si trova anche una buona densità di tricomi. Pertanto, hanno un notevole contenuto di resina, anche se inferiore a quello dei fiori.

Ciò significa che non solo i fiori di cannabis contengono cannabinoidi (come THC e CBD) e altri composti attivi come terpeni e flavonoidi: questi composti si trovano in quantità rilevanti anche nelle foglie di zucchero.

Come si formano le foglie di zucchero sulla pianta di cannabis?

Quando i fiori di cannabis sono sufficientemente maturi e si avvicina il momento ottimale per il raccolto, si noterà – se si osserva con sufficiente attenzione – che le piccole foglie tra e intorno alle cime mature sono coperte da piccoli punti bianchi.

Vi piace l’articolo sulle foglie di zucchero? Entrate a far parte della nostra famiglia Cannactiva e godetevi sconti esclusivi e molte altre informazioni interessanti.

Come si ottengono le foglie di zucchero?

Le foglie di zucchero vengono potate durante la rifinitura delle cime di cannabis.

Durante il processo di manicure delle cime, molti coltivatori spesso tagliano le piccole foglie che crescono sulle cime, le foglie di zucchero. Questo conferisce al germoglio un aspetto più compatto, attraente e appetibile.

SweetSpot CBD
Fiore Sweet Spot (Anguria Zkittlez CBD)

A livello commerciale, le foglie delle cime hanno meno aroma dei fiori (minore densità di cime) e vengono rimosse per migliorare la qualità del prodotto finale, ottenendo una cima più concentrata in aromi, che a sua volta può aumentare il suo valore sul mercato.

Puntura o spuntatina di cannabis: approfittatene!

Il risultato della manicure dei boccioli è, da un lato, boccioli perfettamente definiti, pronti per l’uso. E dall’altra parte, la potatura, la potatura, la triturazione o la rifilatura della cannabis . Si tratta di un prodotto altamente concentrato nelle foglie zuccherine, quelle più vicine al fiore, con una quantità apprezzabile di tricomi e che conserva ancora l’aroma inconfondibile della cannabis.

Trim di cannabis. Fiore di CBD tritato
Trim di cannabis. Fiore di CBD tritato.

La patina bianca sulle foglie di zucchero indica la presenza di sostanze attive come i cannabinoidi e i terpeni, che possono essere estratti e utilizzati per scopi aromatici, ricreativi o terapeutici. Per questo motivo, molti coltivatori la utilizzano per scopi diversi.

Come utilizzare le foglie di zucchero?

I modi migliori per utilizzare le foglie di zucchero

Come già detto, le foglie di zucchero possono contenere quantità non trascurabili di terpeni e cannabinoidi, a condizione che la pianta sia sufficientemente potente (in termini di produzione di resina) e che le cime siano maturate e raccolte nel momento ottimale.

Non abbiate quindi paura di prendervi del tempo e di fare un po’ di lavoro in più per trasformare il materiale “di scarto” in un prodotto delizioso ricco di cannabinoidi, terpeni e flavonoidi. Ecco alcuni modi per utilizzare le foglie di zucchero:

Preparate il vostro kief

Il kief è la miscela in polvere che si trova normalmente sul fondo di un grinder dopo aver macinato i fiori per fumare o vaporizzare. Di solito è molto più potente delle cime normali perché è una miscela di tricomi concentrati. Dopo aver essiccato e curato le foglie di zucchero, potete macinarle nel vostro macinino (o setaccio) per ottenere il vostro kief.

Preparate il vostro tè con gli acidi cannabinoidi

Le foglie di zucchero sono ideali anche per gli infusi. Questi preparati sono già descritti nella medicina tradizionale dell’India, luogo di nascita della cultura della cannabis. Per farlo, basta mettere una manciata di foglie (da sole o in combinazione con altre erbe) in una casseruola di acqua calda e lasciare in infusione, coperte, per qualche minuto. Quindi rimuovere le foglie e bere il tè.

Alcuni aggiungono anche del burro al tè, per favorire l’estrazione dei cannabinoidi (che non si sciolgono troppo bene in acqua). Un’altra possibilità è quella di utilizzare un liquido con un po’ di grassi, come il latte, per l’infusione.

Che cosa significa? La maggior parte dei cannabinoidi si trova nella pianta – e anche nelle foglie di zucchero – in forma acida. Durante l’essiccazione dell’erba e nel corso del tempo, gli acidi CBDA, THCA, ecc. vengono parzialmente convertiti in cannabinoidi neutri(THC, CBD e altri). Con un calore sufficiente, la conversione è completa.

Gli effetti dei cannabinoidi in forma acida differiscono da quelli delle forme neutre, ad esempio il THCA non è psicoattivo ma ha effetti antibatterici almeno pari a quelli del THC. In generale, la bioattività di queste sostanze è molto meno studiata, ma la ricerca preclinica indica alcune proprietà medicinali potenzialmente interessanti.

Queste forme acide sono più solubili in acqua rispetto ai cannabinoidi neutri, quindi quando si prepara un tè con solo acqua e foglie di zucchero e senza grassi, si estraggono principalmente le forme acide nell’acqua, non i cannabinoidi neutri (questo spiega anche perché la cannabis disciolta in acqua non ha effetti psicoattivi).

Un consiglio per gli intenditori: si dice che il tè migliore sia quello preparato con foglie di zucchero appena tagliate, perché dovrebbero avere un profilo terpenico più ricco, quindi il sapore e l’aroma della bevanda sono più forti.

Foglie di zucchero: un mercato da esplorare

Rapporto qualità/prezzo delle foglie di zucchero

Alcuni utenti la cui situazione finanziaria non è molto buona combinano fiori di CBD di alta qualità con foglie di zucchero provenienti dalla potatura di fiori di cannabis di qualità superiore, che di solito sono molto più economici delle cime, costando da 5 a 10 volte meno dei fiori di cannabis medi.

Naturalmente, il miscuglio di canapa (o la scorta di canapa) che preparate in casa può essere usato allo stesso modo delle gemme: fumato, vaporizzato o nel cibo, ma anche come ottimo materiale da cui estrarre preparati di cannabis per creme, tinture, oli e il già citato tè. Le possibilità sono infinite!

Ricordiamo che si tratta di contenuti informativi sulla cultura generale della cannabis. I fiori di cannabis che troverete nel negozio CBD di Cannactiva sono destinati a un uso decorativo e da collezione.

Informazioni sulle foglie di zucchero

Le foglie di marijuana contengono resina?

Le foglie di marijuana, in generale, hanno pochi tricomi e il loro contenuto di resina è basso. Tuttavia, le foglie delle infiorescenze, che si trovano intorno alle cime e tra i fiori, hanno una quantità apprezzabile e utilizzabile di tricomi, pieni di resina e aromi. Tuttavia, il fiore, o gemma, è ancora la parte della pianta più ricca di tricomi, e quindi quella con più aromi.

Ricorda che se vuoi maggiori informazioni su Cannabis e CBD, la nostra newsletter ti porta nuovi approfondimenti e offerte esclusive nel negozio CBD

Lukas Hurt
Attivista per la cannabis | Giornalista che si occupa di questioni legate alla cannabis in Europa centrale

Mi Cesta0
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
Aprire la chat
1
Avete bisogno di aiuto?
Ciao!
Possiamo aiutarvi?
Attenzione Whatsapp (lunedì-venerdì/ 11.00-18.00)