Qual è la dose ottimale di CBD? Dosi più elevate non si traducono in maggiori benefici

Dosaggio delle gocce di olio di CBD

Il CBD, un importante cannabinoide non psicoattivo, ha fatto irruzione sulla scena del benessere con una forza inarrestabile. Tra le persone che cercano alternative naturali per migliorare la propria qualità di vita, acquistare CBD online è un’opzione sempre più popolare.

In questo post troverete le dosi ottimali di CBD studiate e affronteremo uno degli argomenti più importanti sul dosaggio dei cannabinoidi: l’effetto curva a campana del CBD, o effetto bifasico del CBD, che è fondamentale per l’efficacia del dosaggio del CBD. Perché a volte più non è sempre meglio.

Si noti che questo è un articolo informativo e non intende prevenire, diagnosticare o trattare alcuna malattia. Il suo contenuto può integrare, ma mai sostituire, la diagnosi o il trattamento di qualsiasi malattia o sintomo. I prodotti Cannactiva non sono farmaci e sono destinati all’uso esterno. Consultare il proprio medico prima di utilizzare il CBD.

Qual è la dose ottimale di CBD?

Il cannabidiolo (CBD) è un composto non psicoattivo presente nella pianta di cannabis che ha effetti sull’organismo legati, tra l’altro, al sollievo dal dolore, all’ansia e al miglioramento del sonno. Agisce sul sistema endocannabinoide dell’organismo, che è come il “centro di controllo” dell’organismo, responsabile del mantenimento dell’equilibrio o dell’omeostasi e della promozione di una risposta adeguata dell’organismo a una situazione di disagio.

Tabella di dosaggio del CBD

Molte persone si basano su una tabella di dosaggio standard per determinare la quantità di CBD da utilizzare, ma i cannabinoidi sono composti che agiscono in modo personalizzato.

Trovare la dose ottimale di CBD che funziona per una determinata esigenza è essenziale per massimizzarne gli effetti; ecco quindi alcuni intervalli di dosaggio riportati negli studi scientifici. Queste informazioni non sono prescrittive: non utilizzare il CBD senza il parere di un professionista.

Dose giornalieraTempi di permanenza al giorno
Dolore cronicoDa 15 a 60 mg (5)1 o 2 *
Ansia, momenti acuti300 mg (8)1, per eventi una tantum
Ansia, a lungo termine25 o 50 mg (9)1 o 2 **
Sogno25 o 50 mg (9)1 o 2 ***
Tabella dei dosaggi di CBD studiati per diverse condizioni.

Tabella: * Dolore cronico: 7,5-30 mg al mattino e alla sera. ** Ansia: 12,5-25 mg al mattino e alla sera. *** Sonno: dose piena alla sera o 12,5-25 mg al mattino e alla sera.

Una caratteristica importante è che ognuno reagisce in modo diverso al CBD, a causa di fattori quali il metabolismo, il peso, la tolleranza e la storia dell’uso di cannabinoidi e altre particolarità personali.

Modi di consumare il CBD

Il modo in cui il CBD viene consumato gioca un ruolo fondamentale nell’efficacia e nella velocità con cui si sperimentano i suoi effetti. I diversi metodi di somministrazione hanno tassi di assorbimento diversi e possono influenzare la dose ottimale necessaria per ottenere i risultati desiderati. Ecco una panoramica dei metodi più comuni di utilizzo del CBD e di come influiscono sul dosaggio:

  • Olio di CBD vengono utilizzati per via topica o possono essere somministrati mettendo alcune gocce sotto la lingua. Il metodo sublinguale tende a essere più efficace in termini di biodisponibilità, anche se va notato che il CBD per via orale non è legale in molti Paesi europei, tra cui la Spagna. Esistono diverse concentrazioni, consigliamo la guida alla scelta dell’olio di CBD. I prodotti Cannactiva sono legalmente destinati all’uso esterno.
  • Vaping del CBD Vaping: questo metodo consente un rapido assorbimento attraverso i polmoni. L’effetto è rapido, ma si esaurisce gradualmente.
  • Creme al CBD vengono applicate direttamente sulla pelle per trattare i dolori muscolari. Il dosaggio si riferisce più alla quantità di prodotto utilizzato che alla concentrazione del CBD stesso.
Quanto CBD assumere
Prodotti Cannactiva CBD

Come trovare il dosaggio ottimale di CBD?

La determinazione del dosaggio ottimale di CBD deve essere un processo personalizzato guidato da un professionista, poiché dipende da diversi fattori. Ecco alcune linee guida generali:

Tempo totale: 15 giorni

Iniziare con dosi basse e aumentare gradualmente

Iniziare con una dose bassa e aumentare progressivamente fino a trovare il punto in cui si avvertono gli effetti desiderati. Si consiglia di mantenere la dose iniziale per 15 giorni prima di aumentarla, per osservare l’effetto del CBD sull’organismo.

Ascoltate il vostro corpo

Prestate attenzione a come vi sentite a dosi diverse e a come risponde il vostro corpo.

Considerate il vostro peso e le vostre condizioni di salute

Il peso corporeo e le esigenze individuali possono influenzare la dose ottimale.

Qualità del prodotto

Assicuratevi di utilizzare prodotti CBD affidabili e di alta qualità per ottenere risultati costanti. Noi di Cannactiva garantiamo la migliore qualità di olio di CBD. Tutti i nostri oli sono testati da laboratori terzi per garantirne la qualità e il contenuto di cannabidiolo.

Effetto bifasico del CBD: curva dose-risposta a campana

Un aspetto fondamentale della scienza degli endocannabinoidi è l’“effetto curva a campana” o“effetto bifasico” dei cannabinoidi, che spiega il concetto di dosaggio ottimale dei cannabinoidi.

Effetto dose-risposta bifasico del CBD - Effetto curva a campana
Effetto dose-risposta bifasico del CBD – Effetto curva a campana

L’effetto a campana del CBD, noto anche come effetto bifasico del CBD o curva a U invertita, è un modello di risposta dipendente dalla dose in cui l’efficacia del CBD aumenta con l’aumentare della dose, ma solo in una certa misura.oltre il quale, l’aumento della dose di CBD porta a una diminuzione degli effetti.

La curva che segue l’effetto del CBD in funzione del dosaggio è simile a una campana. La dose ottimale di CBD produrrà effetti benefici e desiderabili. Ma l’uso di una quantità eccessiva di CBD, o di una quantità troppo bassa, perde di efficacia.

L’effetto bifasico dei cannabinoidi si riferisce al fatto che, a seconda della dose, si possono ottenere due tipi di risposta, positiva o negativa, fermo restando che la risposta “negativa” del CBD significa generalmente che ha una risposta nulla o un’efficacia ridotta.

Perché il CBD ha questo effetto bifasico?

L’effetto campanello dei cannabinoidi, o effetto bifasico del CBD, si verifica grazie alle complesse interazioni tra i cannabinoidi e i rispettivi recettori all’interno del sistema endocannabinoide. Questo effetto è stato descritto soprattutto per il CBD e il THC o tetraidrocannabinolo (1, 2, 3), ma è stato suggerito che si verifichi anche con altri cannabinoidi.

Alcuni gruppi di ricerca continuano a studiare l’effetto bifasico dei cannabinoidi e anche degli endocannabinoidi (che sono i cannabinoidi prodotti dal nostro stesso organismo), poiché sembra che gli endocannabinoidi come l’anandamide possano manifestare una risposta a campana quando vengono somministrati da fonti sintetiche (4).

Perché è importante capire l’effetto bifasico quando si usa il CBD o altri cannabinoidi?

L’effetto a campana o bifasico dei cannabinoidi è fondamentale per ottimizzare il potenziale terapeutico del CBD e quindi massimizzarne i benefici. Un dosaggio troppo elevato potrebbe portare a una mancanza di risposta o dell’effetto desiderato, mentre è più probabile trovare sollievo con un dosaggio inferiore di CBD.

L’effetto bifasico del CBD sottolinea l’importanza di dosi personalizzate, poiché fattori come il metabolismo, il peso e alcune condizioni mediche possono variare la risposta dell’interazione del CBD con il sistema endocannabinoide. Una dose di CBD troppo bassa può giovare a una persona, mentre la dose che sarebbe considerata “alta” per quella stessa persona può essere una dose bassa per un’altra.

Il dosaggio ottimale di CBD utilizzato negli studi e i suoi potenziali benefici

Trovare il giusto dosaggio di CBD è fondamentale per ottenere i massimi benefici terapeutici. Ecco alcune delle dosi ottimali studiate per il CBD in diverse condizioni:

* Ricordiamo che questo è un articolo informativo che non ha lo scopo di prevenire, diagnosticare o trattare alcuna malattia. Il suo contenuto può integrare, ma mai sostituire, la diagnosi o il trattamento di qualsiasi malattia o sintomo. I prodotti Cannactiva non sono farmaci e sono destinati all’uso esterno. Consultare il proprio medico prima di utilizzare il CBD. *

Dosaggio del CBD per alleviare il dolore cronico

Il dolore cronico è una causa invalidante per molte persone nel mondo. Il CBD a basse dosi sembra avere risultati migliori per il dolore. Uno studio ha valutato pazienti con dolore cronico utilizzando una dose di CBD da 15 a 60 mg al giorno, con risultati favorevoli nella riduzione del dolore. La gamma di dosaggi di CBD è dovuta al fatto che ogni paziente aveva una dose personalizzata con cui trovava sollievo (5). Sebbene in questo studio non siano state valutate altre dosi, sono state utilizzate dosi relativamente basse di cannabidiolo, il che ci ricorda l’importanza della personalizzazione della dose di CBD. Altri studi hanno evidenziato l’efficacia del CBD nel trattamento del dolore legato all’artrite, all’osteoartrite, alla fibromialgia e alla sclerosi multipla.

Dosaggio del CBD per ridurre l’infiammazione

L’importanza del dosaggio del CBD sembra essere significativa per il controllo dell’infiammazione. Studi in vitro hanno dimostrato che il CBD ha un forte effetto antinfiammatorio riducendo il rilascio di sostanze pro-infiammatorie; tuttavia, dosi più elevate di CBD possono portare all’effetto completamente opposto (6, 7).

Sebbene l’effetto bifasico del CBD sull’infiammazione non sia stato dimostrato negli esseri umani, è necessario prestare attenzione a non utilizzare dosi elevate. Potete trovare maggiori informazioni nel nostro post sul Il CBD come antinfiammatorio .

Dosaggio del CBD per ansia, stress e depressione

Uno dei benefici del CBD è quello di contrastare l’ansia, uno dei disturbi psichiatrici più comuni aggravati dallo stress della vita moderna.

In uno studio che ha valutato l’effetto ansiolitico del CBD in un test di simulazione di un discorso in pubblico, lo stress da discorso in pubblico è stato ridotto nelle persone che hanno assunto una dose di CBD di 300 mg. Tuttavia, questo effetto non è stato osservato con dosi di CBD di 150 mg e 600 mg. Ciò significa che per l’ansia acuta e la riduzione dello stress, la dose ottimale di CBD si trova proprio nel mezzo, cioè 300 mg di CBD (8). Potete trovare maggiori informazioni nei nostri post su CBD per l’ansia e CBD per la depressione .

Dosaggio del CBD per il sonno, il miglioramento del sonno e il sonno ristoratore

L’effetto del CBD sulla qualità e sulla durata del sonno negli adulti è stato osservato con alcune dosi ed è in parte dovuto al suo effetto ansiolitico.

Uno studio che ha valutato l’effetto a lungo termine di dosi di CBD per il sonno comprese tra 25 e 175 mg al giorno ha riscontrato ottimi risultati in termini di miglioramento della qualità del sonno e diminuzione dell’ansia (9). In questo studio spiegano di non aver utilizzato le dosi di CBD riportate in letteratura, che vanno da 200 a 600 mg al giorno (10, 11), sulla base della loro esperienza clinica sull’efficacia di basse dosi di CBD.

Secondo l’esperienza clinica dei ricercatori, anche basse dosi di CBD possono essere efficaci.

Questa ricerca sul sonno e sull’ansia è un altro esempio dell’effetto bifasico del CBD e dell’importanza della personalizzazione della dose. Alcuni pazienti hanno ricevuto 25 mg al giorno, mentre altri hanno ricevuto 50 mg o più, a seconda della risposta e delle esigenze di ciascun paziente.

Questo studio ha valutato la qualità del sonno e l’effetto ansiolitico con dosi di CBD a lungo termine, poiché la dose di CBD è stata somministrata per diversi mesi. Mentre nello studio citato al punto precedente, sull’ansia, in cui il CBD è stato utilizzato alla dose di 300 mg, si trattava di una dose singola.

Potete trovare maggiori informazioni nel nostro post su CBD per l’insonnia .

Potenziale di agire come neuroprotettore

Il cannabidiolo ha la capacità di agire come protettore dei neuroni grazie alla sua azione antiossidante e antinfiammatoria. È stato documentato che queste due proprietà si manifestano in modo dose-dipendente (12, 6, 7), suggerendo la possibilità di un effetto bifasico.

Sebbene non esista una dose standardizzata per indurre l’effetto neuroprotettivo del CBD, quantità eccessive possono provocare effetti opposti a quelli desiderati (13), mentre una dose bassa mostra proprietà neuroprotettive. Queste applicazioni sono utilizzate nella ricerca sul CBD per l’Alzheimer e sul CBD per il Parkinson, anche se la maggior parte degli studi è in fase iniziale. Altri disturbi neurologici per i quali il CBD viene utilizzato sono il trattamento complementare dell’autismo e la cura dell’epilessia.

Dosaggio del CBD per gli animali domestici

L’uso del CBD non è limitato agli esseri umani; è diventato popolare anche per alleviare l’ansia e altri problemi nei cani e nei gatti. Esistono poche informazioni scientifiche sull’uso del CBD nei gatti. Abbiamo invece un articolo molto completo sul CBD per cani .

Effetti negativi di dosi eccessive di CBD

Sebbene il CBD sia generalmente sicuro e ben tollerato, un consumo eccessivo può avere effetti collaterali indesiderati. Alcuni possibili effetti avversi del CBD includono:

  • Stanchezza o sonnolenza
  • Cambiamenti nell’appetito
  • Bocca secca
  • Disturbi gastrointestinali

Conclusioni

È fondamentale capire che, affinché il CBD abbia un effetto adeguato, dosi più elevate non si traducono in maggiori benefici.

L’effetto bifasico del CBD è un fenomeno affascinante che ci ricorda l’importanza di iniziare con dosi basse e di trovare la dose giusta per ogni individuo, in modo da massimizzare i benefici terapeutici del CBD.

Man mano che la scienza continua a esplorare i cannabinoidi e le loro applicazioni mediche, possiamo aspettarci che il CBD continui a svolgere un ruolo cruciale per il benessere generale delle persone. Ricordate di consultare sempre un professionista prima di incorporare il CBD nella vostra routine, per garantire un uso sicuro ed efficace.

Si noti che questo è un articolo informativo e non intende prevenire, diagnosticare o trattare alcuna malattia. Il suo contenuto può integrare, ma mai sostituire, la diagnosi o il trattamento di qualsiasi malattia o sintomo. I prodotti Cannactiva non sono farmaci e sono destinati all’uso esterno. Consultare il proprio medico prima di utilizzare il CBD.

Referencias
  1. Calabrese, E. J., & Rubio-Casillas, A. (2018). Effetti bifasici del THC sulla memoria e sulla cognizione. European journal of clinical investigation, 48(5), e12920. https://doi.org/10.1111/eci.12920
  2. Taylor, D. A. e Fennessy, M. R. (1977). Natura bifasica degli effetti del delta9-tetraidrocannabinolo sulla temperatura corporea e sulle amine cerebrali del ratto. European journal of pharmacology, 46(2), 93-99. https://doi.org/10.1016/0014-2999(77)90244-8
  3. Katsidoni, V., Kastellakis, A. e Panagis, G. (2013). Effetti bifasici del Δ9-tetraidrocannabinolo sulla stimolazione cerebrale della ricompensa e sull’attività motoria. International Journal of Neuropsychopharmacology, 16(10), 2273-2284. https://doi.org/10.1017/S1461145713000709
  4. Sulcova, E., Mechoulam, R. e Fride, E. (1998). Effetti bifasici dell’anandamide. Farmacologia, biochimica e comportamento, 59(2), 347-352. https://doi.org/10.1016/s0091-3057(97)00422-x
  5. Capano, A., Weaver, R. e Burkman, E. (2020). Valutazione degli effetti dell’estratto di canapa CBD sull’uso di oppioidi e sugli indicatori di qualità della vita nei pazienti affetti da dolore cronico: uno studio prospettico di coorte. Medicina post-laurea, 132(1), 56-61. https://doi.org/10.1080/00325481.2019.1685298
  6. Jan, T. R. e Kaminski, N. E. (2001). Ruolo delle protein-chinasi attivate dal mitogeno nella regolazione differenziale dell’interleuchina-2 da parte del cannabinolo. Journal of leukocyte biology, 69(5), 841-849.
  7. Chen, W., Kaplan, B. L., Pike, S. T., Topper, L. A., Lichorobiec, N. R., Simmons, S. O., Ramabhadran, R., & Kaminski, N. E. (2012). L’entità della stimolazione determina la risposta differenziale delle cellule T mediata dai cannabinoidi all’HIVgp120. Journal of leukocyte biology, 92(5), 1093-1102. https://doi.org/10.1189/jlb.0212082
  8. Linares, I. M., Zuardi, A. W., Pereira, L. C., Queiroz, R. H., Mechoulam, R., Guimarães, F. S., & Crippa, J. A. (2019). Il cannabidiolo presenta una curva dose-risposta a forma di U invertita in un test simulato di public speaking. Revista brasileira de psiquiatria (San Paolo, Brasile: 1999), 41(1), 9-14. https://doi.org/10.1590/1516-4446-2017-0015
  9. Shannon, S., Lewis, N., Lee, H. e Hughes, S. (2019). Cannabidiolo nell’ansia e nel sonno: un’ampia serie di casi. La rivista della Permanente, 23, 18-041. https://doi.org/10.7812/TPP/18-041
  10. Zuardi, A. W., Rodrigues, N. P., Silva, A. L., Bernardo, S. A., Hallak, J. E. C., Guimarães, F. S., & Crippa, J. A. S. (2017). Curva dose-risposta a U invertita dell’effetto ansiolitico del cannabidiolo durante un discorso in pubblico nella vita reale. Frontiere della farmacologia, 8, 259. https://doi.org/10.3389/fphar.2017.00259
  11. Zhornitsky, S. e Potvin, S. (2012). Il cannabidiolo nell’uomo: la ricerca di bersagli terapeutici. Pharmaceuticals (Basilea, Svizzera), 5(5), 529-552. https://doi.org/10.3390/ph5050529
  12. Mould, R. R., Botchway, S. W., Parkinson, J. R. C., Thomas, E. L., Guy, G. W., Bell, J. D., & Nunn, A. V. W. (2021). Il cannabidiolo modula il redox e la dinamica mitocondriale nelle cellule tumorali MCF7: uno studio che utilizza la microscopia di imaging del tempo di vita della fluorescenza di NAD(P)H. Frontiers in molecular biosciences, 8, 630107. https://doi.org/10.3389/fmolb.2021.630107
  13. Rey, A. A., Purrio, M., Viveros, M. P., & Lutz, B. (2012). Effetti bifasici dei cannabinoidi nelle risposte all’ansia: recettori CB1 e GABA(B) nell’equilibrio della neurotrasmissione GABAergica e glutammatergica. Neuropsychopharmacology : official publication of the American College of Neuropsychopharmacology, 37(12), 2624-2634. https://doi.org/10.1038/npp.2012.123

Masha Burelo
Investigadora en cannabinoides | Doctoranda en Neurociencia

Mi Cesta0
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
Aprire la chat
1
Avete bisogno di aiuto?
Ciao!
Possiamo aiutarvi?
Attenzione Whatsapp (lunedì-venerdì/ 11.00-18.00)