Che cos’è l’H4CBD e quali sono i suoi effetti?

H4CBD

L’H4CBD, chiamato anche CBD idrogenato, THD o tetraidrocannabidiolo, è un cannabinoide sintetico emergente. Si tratta di una forma alterata di CBD che, secondo gli utenti, ha effetti simili al CBD, ma con un piccolo effetto psicoattivo. Sebbene non siano ancora molto popolari, i prodotti H4CBD stanno iniziando a riempire gli scaffali di molti negozi di CBD. Di seguito vi spiegheremo meglio cos’è l’H4CBD, i suoi effetti, le possibili applicazioni e persino se ha un potenziale terapeutico.

Che cos’è l’H4CBD?

L’H4CBD è un tipo di cannabinoide sintetico prodotto dal CBD (cannabidiolo). L’H4CBD è un analogo del CBD a cui è stato aggiunto sinteticamente dell’idrogeno.

Questo cannabinoide non è presente naturalmente nella pianta di canapa, ma può essere ottenuto solo tramite trasformazioni chimiche in laboratorio.

La formula chimica dell’H4CBD è C21H32O2 ed è caratterizzata da una struttura unica derivante dall’idrogenazione. Poiché al CBD sono aggiunti 4 idrogeni, viene anche chiamato tetraidrocannabidiolo o THD.

Il nome tetraidrocannabidiolo o THD non è stato utilizzato in studi scientifici, ma diverse fonti sul web hanno iniziato a utilizzarlo.

Origine e sintesi dell’H4CBD

L’H4CBD viene sintetizzato mediante un processo di idrogenazione che utilizza diversi metodi chimici (1). In questo processo, i legami insaturi del CBD vengono saturati con atomi di idrogeno. In questo modo, la struttura molecolare del CBD si trasforma in H4CBD, aprendo nuove opportunità di attività biologica nell’organismo.

Differenze tra H4CBD, CBD e THC

L’H4CBD è una forma alterata di CBD e secondo gli utenti ha effetti simili a quelli del CBD, ma con un piccolo effetto psicoattivo.

Una particolarità è che non esiste una via di conversione da H4CBD a THC (tetraidrocannabinolo). Questo aspetto è importante, poiché si ipotizza che parte dell’effetto ansiolitico o sedativo del CBD sia dovuto al fatto che, quando viene consumato per via orale, viene convertito in THC attraverso una reazione chimica con gli acidi gastrici (1).

In altre parole, se una delle proprietà dell’H4CBD è quella di avere un effetto leggermente simile a quello del THC, ciò è dovuto alla sua interazione con il sistema endocannabinoide e non alla sua possibile conversione in una molecola psicoattiva quando viene ingerita per via orale.

H4CBD e il sistema endocannabinoide

Il sistema endocannabinoide (ECS) ha diversi recettori nel nostro corpo, i più noti dei quali sono i recettori dei cannabinoidi CB1 e CB2. È attraverso i vari recettori del sistema endocannabinoide che possono essere regolati diversi processi fisiologici e quindi i cannabinoidi possono produrre risposte diverse.

Gli effetti dell’H4CBD sono legati alla sua affinità per il recettore CB1 del sistema endocannabinoide (2), distribuito soprattutto nel cervello.

È molto probabile che, in seguito all’interazione con il recettore CB1, gli effetti dell’H4CBD possano essere percepiti come psicoattivi.

Inoltre, non sono ancora noti tutti i possibili bersagli cellulari dell’H4CBD. È ancora troppo presto per trarre conclusioni sugli effetti dell’idrogenazione del CBD.

Potenziali benefici e applicazioni terapeutiche dell’H4CBD

Le proprietà dell’H4CBD non sono ancora del tutto note. Si potrebbe anche pensare che i benefici dell’H4CBD possano essere simili a quelli del CBD, ma è stato dimostrato che non sembra avere un effetto antinfiammatorio come il CBD (3). Tuttavia, sebbene il suo coinvolgimento nell’infiammazione sia basso, l’H4CBD può inibire il fattore di necrosi tumorale (TNF-α) (3) che è coinvolto nel processo infiammatorio.

In definitiva, gli effetti dell’H4CBD potrebbero avere potenziali implicazioni per il campo terapeutico basato sui cannabinoidi, ma la scienza non ha ancora dato una risposta.

Come si assume H4CBD?

La dose di H4CBD non è nota. Gli studi si sono limitati all’ambito sperimentale e pertanto non esistono indicazioni su come formulare una dose adeguata di H4CBD. Questa lacuna nelle conoscenze evidenzia l’importanza di essere cauti quando si considera l’uso di cannabinoidi sintetici come l’H4CBD, poiché gli effetti completi di questi composti non sono ancora del tutto noti.

I prodotti con H4CBD sono attualmente disponibili in commercio in alcuni Paesi. Questi prodotti H4CBD vanno dai fiori di cannabis alle gommose, alle tinture e agli oli.

L’H4CBD non si trova nella pianta di cannabis, quindi se si trovano fiori di cannabis con H4CBD, significa che è stato aggiunto al fiore.

Ad esempio, spruzzando uno spray di H4CBD sui fiori di CBD. Non dimenticate che l’H4CBD è un composto sintetico.

Effetti collaterali e tossicità dell’H4CBD

Gli effetti collaterali dell’H4CBD non sono ancora stati documentati, pertanto non si devono escludere i possibili rischi dell’H4CBD.

Sulla base delle limitate prove scientifiche disponibili, sembra che l’H4CBD presenti uno spettro di sicurezza rilevante, in quanto non sembra essere tossico per le cellule umane (4). Tuttavia, è importante notare che questo risultato si basa su uno studio “in vitro”, in cui l’H4CBD è stato testato su cellule polmonari, cellule epatiche e cellule staminali neurali come modello, e i risultati possono variare se applicati all’organismo umano “vivente”.

È stato suggerito che la tossicità dell’H4CBD possa essere minima, tuttavia è necessario consultare un medico in caso di effetti inattesi.

H4CBD risulta positivo ai test antidroga?

No, ma non possiamo escludere che il test possa essere positivo a causa della presenza di altri cannabinoidi contenuti nel prodotto H4CBD. Attualmente i test antidroga si concentrano sulla rilevazione del THC e dei composti prodotti dal suo metabolismo nell’organismo. In casi molto specifici (test della cannabis), in cui vengono utilizzati test sensibili alla rilevazione del CBD e di altri cannabinoidi, è possibile che il test risulti positivo all’H4CBD. Questo, anche se improbabile, va tenuto presente.

Stato giuridico e regolamentazione di H4CBD

L’H4CBD non è presente in natura nelle piante di cannabis e non è quindi regolamentato. In teoria, quindi, l’H4CBD non è illegale nella maggior parte dei Paesi europei. Tuttavia, come nel caso di altri cannabinoidi sintetici, come l’ HHC è possibile che nei prossimi mesi emergano nuove norme.

Le normative sull’H4CBD potrebbero essere definite nei prossimi anni, man mano che la ricerca scientifica si svilupperà e fornirà maggiori risposte sull’uso dell’H4CBD.

Nel complesso, l’H4CBD è un cannabinoide la cui presenza sul mercato sta iniziando a emergere. Poiché non sono ancora disponibili informazioni definitive sulle proprietà, gli effetti e la tossicità dell’H4CBD, occorre prestare particolare attenzione al suo uso e al suo possibile abuso.

Per il momento, noi di Cannactiva continueremo ad offrirvi i migliori fiori di CBD in Europa Continueremo ad offrirvi i migliori fiori di CBD d’Europa, di qualità organica e 100% naturali e senza prodotti sintetici. Perché la massima perfezione può essere raggiunta solo dalla natura!

Referencias
  1. Collins A, Ramirez G, Tesfatsion T, Ray KP, Caudill S, Cruces W. Sintesi e caratterizzazione dei diastereomeri di HHC e H4CBD. Comunicazioni sui prodotti naturali. 2023;18(3). https://doi.org/10.1177/1934578X231158910
  2. Ben-Shabat, S., Hanus, L. O., Katzavian, G. e Gallily, R. (2006). Nuovi derivati del cannabidiolo: sintesi, legame con il recettore dei cannabinoidi e valutazione della loro attività antinfiammatoria. Journal of medicinal chemistry, 49(3), 1113-1117. https://doi.org/10.1021/jm050709m
  3. Ben-Shabat, S., Hanus, L. O., Katzavian, G. e Gallily, R. (2006). Nuovi derivati del cannabidiolo: sintesi, legame con il recettore dei cannabinoidi e valutazione della loro attività antinfiammatoria. Journal of medicinal chemistry, 49(3), 1113-1117. https://doi.org/10.1021/jm050709m

Tesfatsion, T., Ramirez, G., Collins, A., Ray, K., & Cruces, W. (2022). Valutazione della citotossicità, della genotossicità e della sicurezza cardiaca in vitro del cannabidiolo idrogenato sulle cellule mediante saggio metabolico, test AMES e test hERG. PREPRINT (versione 1). https://doi.org/10.21203/rs.3.rs-2256889/v1

Masha Burelo
Investigadora en cannabinoides | Doctoranda en Neurociencia

Mi Cesta0
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
Aprire la chat
1
Avete bisogno di aiuto?
Ciao!
Possiamo aiutarvi?
Attenzione Whatsapp (lunedì-venerdì/ 11.00-18.00)