Age Verification

Verifica dell'età

Per continuare, conferma di essere maggiorenne.

CBN o cannabinolo: cos’è, proprietà ed effetti del “cannabinoide del sonno”?

CBN que es

Nel settore della cannabis, le conoscenze sui diversi composti presenti nella pianta sono aumentate. Uno di questi composti è il cannabinolo (CBN), il cui potenziale terapeutico e i cui effetti stanno attirando l’attenzione di consumatori e professionisti. Sul mercato è disponibile una varietà di prodotti a base di CBN: dagli oli combinati di CBN e CBD per dormire, agli edibles, all’hashish e ai fiori di CBD ad alto contenuto di CBN. In questo articolo spieghiamo in dettaglio cos’è il CBN, la sua origine, le proprietà, gli effetti, il dosaggio e gli aspetti legali da conoscere.

Che cos’è il CBN?

Il cannabinolo (CBN) è uno dei tanti tipi di cannabinoidi presenti nella pianta di cannabis(Cannabis sativa L.). Si forma dalla scomposizione del tetraidrocannabinolo (THC) e, a differenza del THC, ha proprietà psicoattive molto più deboli.

Popolarmente, il CBN è conosciuto come il“cannabinoide del sonno“, in quanto è stato studiato per i suoi possibili effetti sedativi e rilassanti, e soprattutto per la sua capacità di aiutare le persone ad addormentarsi.

Essendo un prodotto di degradazione del THC, il CBN si trova soprattutto nei fiori di cannabis stagionati o essiccati e i suoi livelli aumentano gradualmente durante il processo di conservazione. Tuttavia, sono disponibili sul mercato anche prodotti con CBN ottenuto sinteticamente o semisinteticamente.

Origine e storia della CBN

Il cannabinolo (CBN) è un cannabinoide molto stabile, di cui sono state trovate tracce già nel 750 a.C. in Cina (1). Il CBN è il primo cannabinoide identificato nella pianta di cannabis nel 1930 (2, 3). Ma non si è distinto nella ricerca, mentre i riflettori si sono concentrati sui cannabinoidi più abbondanti nella cannabis, il tetraidrocannabinolo (THC) e il cannabidiolo (CBD).

Cos’è il CBD e a cosa serve?

Differenze tra CBN, THC e CBD

CBN, THC e CBD hanno strutture chimiche simili e derivano originariamente dall’acido cannabigerolico (CBGA). Tuttavia, il THC e il CBD sono prodotti nella pianta attraverso la biosintesi dei cannabinoidi, mentre il CBN è prodotto dal THC, per ossidazione o degradazione non enzimatica. Le strutture di questi cannabinoidi differiscono anche in termini di disposizioni specifiche e gruppi funzionali, che contribuiscono alle loro proprietà ed effetti unici. La formula chimica del CBN è: C21H26O2

A differenza dei due principali cannabinoidi CBD e THC, le concentrazioni di CBN nella cannabis sono molto basse, ma aumentano gradualmente quando la pianta è esposta a più luce, ossigeno e calore (4), essendo un prodotto di degradazione del THC. Quando i tricomi della pianta invecchiano, o durante l’essiccazione e la stagionatura della cannabis, il THC presente nelle cime o nei fiori di cannabis viene gradualmente convertito in CBN.

Quali sono gli effetti del CBN?

Il CBN interagisce con il sistema endocannabinoide del corpo umano. Il sistema endocannabinoide è un complesso sistema di regolazione coinvolto nel mantenimento di vari processi fisiologici. È costituito dai recettori dei cannabinoidi (CB1 e CB2), dai cannabinoidi endogeni(endocannabinoidi) e dagli enzimi responsabili della sintesi e della degradazione di questi composti.

Il CBN è un agonista parziale dei recettori CB1 e CB2 (5), il che significa che ha la capacità di legarsi a questi recettori e di attivarli, ma la sua affinità o forza di interazione è inferiore rispetto ad altri cannabinoidi come il THC o il CBD. Per quanto riguarda il recettore CB1, un recettore collegato agli effetti psicoattivi della marijuana, il CBN ha un’affinità inferiore a quella del THC (6); pertanto, il CBN ha effetti psicoattivi inferiori e tende a essere collegato a un effetto di sonnolenza, catalessi o sedazione (7). La catalessia si riferisce a una diminuzione della risposta motoria, che potrebbe spiegare il potenziale effetto rilassante di questo cannabinoide.

Il CBN ha un effetto psicoattivo più blando rispetto al THC e gli vengono attribuite proprietà sedative e rilassanti che possono influenzare il sonno.

Gli effetti del CBN possono essere influenzati anche da altri cannabinoidi e terpeni. Questi composti possono interagire in modo sinergico e dare origine a effetti unici se consumati insieme, un fenomeno noto come effetto entourage della cannabis . Per esempio, forse la combinazione del CBN con l’olio di CBD potrebbe potenziare gli effetti del CBD per l’insonnia.

Proprietà e potenziali benefici del CBN

Induzione del sonno

Le ricerche sul CBN hanno inizialmente evidenziato i suoi effetti sul sistema endocannabinoide e negli anni ’70 si è iniziato a dimostrare che il CBN poteva indurre catalessi (8, 9). Per questo motivo, si dice che il CBN possa essere utilizzato come aiuto per il sonno.

In realtà, i benefici del CBN come promotore del sonno si basano su risultati soggettivi che non convalidano l’induzione del sonno a livello clinico (10, 11). La sensazione che il cannabinolo possa aiutare a dormire è dovuta alla sedazione che provoca, che negli studi scientifici è stata riferita dai consumatori come“una sensazione simile a quella del THC, ma più leggera e piacevole” (12).

Una delle differenze tra CBN e THC è che sono necessarie grandi quantità di CBN per produrre un effetto euforico (high), come fa il THC (12).

Coadiuvante nel trattamento dell’ADHD

Le persone con disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) hanno problemi a mantenere l’attenzione o a controllare i comportamenti compulsivi. Uno studio in Israele ha riportato che le varietà di cannabis ad alto contenuto di CBN erano associate a una riduzione dei sintomi dell’ADHD, come riferito dai pazienti dello studio (17).

Il CBN stimola l’appetito?

I risultati degli studi sugli animali suggeriscono che il cannabinolo può stimolare l’appetito (14, 15). Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere i meccanismi sottostanti. Sulla base dei dati attuali, non è possibile affermare con certezza che il CBN aumenti l’appetito.

Analgesico e antinfiammatorio

Il CBN può essere utile nel trattamento del dolore muscolare (18) e nel ridurre l’infiammazione causata dall’elevata pressione intraoculare nel glaucoma (19). Si tratta di studi sull’effetto analgesico e antinfiammatorio in condizioni molto specifiche, che per il momento non possono essere trasposti all’uomo, in attesa di ulteriori ricerche.

Dermatologia

Nell’uso topico, il cannabinolo ha dimostrato di essere un buon coadiuvante nel trattamento del prurito dell’epidermolisi bollosa, una condizione in cui la pelle diventa fragile ed è soggetta a vesciche (13).

Potenziale antibiotico

È stato suggerito che il CBN abbia proprietà antimicrobiche ed è stato dimostrato che combatte i batteri resistenti agli antibiotici come lo Staphylococcus aureus (16).

Modelli di consumo e dosi di CBN

Il CBN si può trovare per il consumo naturale negli oli, nei vapes, nell’hashish o nei fiori prodotti da alcune varietà di cannabis ricche di cannabinolo o da piante che hanno accumulato quantità maggiori di CBN. Può essere fumata, vaporizzata o consumata sotto forma di edibles, come le caramelle alla cannabis.

In alcuni casi, è possibile trovare prodotti con elevate quantità di cannabinolo, prodotti aggiungendo alla loro composizione CBN di origine semisintetica.

Dosaggio del CBN

Alcuni studi che hanno valutato le interazioni del CBN con altri cannabinoidi o studiato i suoi effetti psicoattivi hanno utilizzato dosi che vanno da 20 mg a 1200 mg al giorno (11), un intervallo molto ampio. Sebbene queste dosi non abbiano mostrato effetti tossici, la loro sicurezza non è stata valutata e non si sa se il CBN abbia un effetto campanello, simile a quello di altri cannabinoidi.

Attualmente è in corso uno studio clinico sull’influenza del CBD in combinazione con il CBN sul sonno, utilizzando dosi di 30 mg di CBN e 300 mg di CBD (NCT05344170).

Secondo il mercato europeo del CBN, i prodotti a base di CBN, principalmente gli “oli per dormire”, utilizzano concentrazioni del 2,5%, 5% o più (1-2 mg di CBN per goccia), solitamente combinate con diverse concentrazioni di CBD.

In definitiva, il dosaggio del CBN non è una scienza esatta e la quantità efficace di cannabinolo può variare a seconda dell’individuo, dello scopo per cui il CBN viene assunto e del tipo di prodotto CBN utilizzato e della sua composizione. Come per altri cannabinoidi, la dose appropriata può essere diversa a seconda delle persone, quindi le indicazioni sono normalmente quelle di iniziare con dosi iniziali basse e aumentare gradualmente se necessario.

D’altra parte, è possibile trovare sul mercato prodotti con composizione e dosaggio di CBN molto diversi. Oltre alla mancanza di ricerche sulla sicurezza di questo composto, si raccomanda di consultare un professionista prima di assumere il CBN.

Modalità di ottenimento del CBN

Come si ottiene il CBN?

Si potrebbe pensare che il modo per ottenere il CBN sia quello di estrarlo dalle piante di cannabis, ma questa procedura è molto complicata, poiché il cannabinolo ha caratteristiche di polarità e solubilità simili a quelle di altri cannabinoidi, rendendo il suo isolamento molto difficile. Pertanto, la maggior parte del CBN presente nei prodotti commerciali è di origine sintetica. È il risultato di anni di adattamento del metodo di sintesi per poter produrre il cannabinolo senza estrarlo dalla pianta (20).

Sintesi del CBN

Il CBN può essere prodotto in laboratorio per via sintetica o semisintetica. Nel processo di sintesi semisintetica, il CBD o il THC vengono utilizzati come precursori per ottenere il cannabinolo. D’altra parte, la sintesi sintetica prevede metodi che non utilizzano composti derivati direttamente dalla cannabis (CBD o THC) come punto di partenza, ma utilizzano un intermedio lattonico (bifenile o ciclizzazione) o intermedi non lattonici (20).

Legalità: status normativo della CBN

Sebbene derivi dal THC e sia un cannabinoide con un lieve effetto psicoattivo, il CBN non è illegale in molti paesi del mondo. Questo perché, così come la ricerca si è sempre concentrata su CBD e THC, molti cannabinoidi sono stati lasciati fuori dal quadro normativo.

D’altra parte, la possibilità di produrre il CBN sintetico elimina il composto dal contesto illegale della marijuana. Tuttavia, la sicurezza, gli effetti collaterali e il profilo tossicologico del cannabinolo non sono ancora ben definiti e ciò significa che gli utenti dovrebbero esercitare cautela.

Il CBN è legale?

In Spagna, il CBN rientra nella stessa regolamentazione degli altri cannabinoidi diversi dal THC, per cui è possibile trovarlo nei fiori, nei vapes e negli oli di cannabis (anche se non negli edibles, come ad esempio Caramelle alla cannabis(a causa del divieto di utilizzo dei cannabinoidi per i prodotti orali).

Il CBN può essere aggiunto per migliorare i prodotti a base di cannabis, ma è anche commercializzato singolarmente in prodotti come edibili, unguenti e oli.

Panoramica CBN

Pensando al futuro del CBN, è importante notare che la ricerca su questo specifico cannabinoide è ancora relativamente limitata rispetto ad altri cannabinoidi come il THC e il CBD. Tuttavia, con la crescita dell’interesse per la ricerca sulla cannabis, è probabile che si presti maggiore attenzione all’esplorazione del potenziale del CBN. Al momento, il CBN non è stato studiato per gli effetti a lungo termine e non sono note tutte le possibili applicazioni terapeutiche. Sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere appieno gli effetti del CBN, i meccanismi d’azione e il suo ruolo nel futuro della cannabis medica.

Ci auguriamo che questa panoramica sulle caratteristiche, le proprietà e gli aspetti legali del CBN sia stata interessante. Alla prossima volta!

Masha Burelo
Investigadora en cannabinoides | Doctoranda en Neurociencia

Mi Cesta0
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
Aprire la chat
1
Avete bisogno di aiuto?
Ciao!
Possiamo aiutarvi?
Attenzione Whatsapp (lunedì-venerdì/ 11.00-18.00)