Olio di CBD per alleviare il mal di testa - Cannactiva

Olio di CBD per alleviare il mal di testa

CBD per alleviare il mal di testa

Oggi a Cannactiva approfondiremo la ricerca sul CBD per il trattamento di alcuni tipi di mal di testa.

Nota: questo è un articolo informativo e non intende prevenire, diagnosticare o trattare alcuna malattia. Il suo contenuto può integrare, ma non deve mai sostituire, una diagnosi o un trattamento di una malattia o di un sintomo. I prodotti Cannactiva non sono farmaci e sono destinati all’uso esterno. Consultare il proprio medico prima di utilizzare il CBD.

CBD per il trattamento del mal di testa

Diverse prove scientifiche hanno suggerito che il CBD o cannabidiolo è un composto naturale sicuro e ben tollerato con effetti analgesici e antinfiammatori, che può essere utile nel trattamento di alcuni tipi di disturbi da cefalea, come l’emicrania (1).

In generale, il CBD può aiutare a gestire il dolore e la sua efficacia è strettamente legata alla dose utilizzata. È dimostrato che basse dosi di CBD sono più efficaci per il trattamento del dolore (2).

D’altra parte, alcuni gruppi di ricerca hanno una visione diversa dei benefici del CBD come analgesico. Un gruppo di ricerca della Syracuse University ha dimostrato che il CBD non riduce significativamente l’intensità del dolore, ma lo fa sentire meno sgradevole. Questo effetto è stato attribuito sia agli effetti farmacologici del CBD sia all’impatto psicologico dell’attesa di ricevere il CBD (3).

Quali tipi di mal di testa possono essere trattati con il CBD?

Il CBD è stato utilizzato per trattare varie forme di mal di testa, tra cui emicrania e cefalea tensiva, riducendone potenzialmente la gravità e la frequenza.

Come funziona il CBD per alleviare il mal di testa?

Il CBD può alleviare il dolore del mal di testa grazie a una serie di fattori. Gli effetti antinfiammatori del CBD possono ridurre l’infiammazione cerebrale e alleviare il dolore.

Inoltre, interagendo con il sistema endocannabinoide, il cannabidiolo può influenzare i livelli di serotonina, dopamina e GABA, riducendo lo stress e l’ansia che sono fattori scatenanti comuni del mal di testa.

Ulteriori informazioni: Come il CBD influenza l’umore e i neurotrasmettitori

Così come esiste un fattore psicologico nell’effetto analgesico del CBD, o effetto placebo, potrebbe esistere anche un fattore psicologico che induce la presenza di mal di testa dopo il consumo di CBD, cioè una sorta di predisposizione. In altre parole, la predisposizione potrebbe essere un fattore determinante dell’effetto.

Qual è la dose raccomandata di CBD per trattare il mal di testa?

Alcuni studi hanno rilevato benefici del CBD per alcuni tipi di mal di testa. Secondo questi studi, la determinazione della dose appropriata di CBD per il mal di testa varia in base a fattori quali l’età, il peso, il tipo di mal di testa e la concentrazione del prodotto a base di CBD.

In generale, si consiglia di iniziare con una dose bassa e di aumentarla gradualmente, sempre sotto consiglio di un professionista. Secondo i dati disponibili, per trattare il mal di testa si possono usare le gocce di CBD una o due volte al giorno, finché il dolore persiste.

Inoltre, sebbene il CBD sia generalmente sicuro, è importante consultare un medico prima dell’uso, soprattutto se si hanno problemi di salute o si assumono farmaci. Ulteriori informazioni: CBD e farmaci: quali sono le interazioni?

Quanto tempo ci vuole perché il CBD faccia effetto?

Il tempo di comparsa degli effetti del CBD dipende dal metodo di assunzione. I metodi di inalazione, come il vaping, possono produrre effetti in circa 5-20 minuti, mentre le presentazioni orali, come le tinture e gli oli di CBD, possono richiedere dai 30 ai 60 minuti.

Leggi tutto: Quanto dura il CBD nell’organismo?

In conclusione…

Sebbene esistano studi sui potenziali benefici del CBD come terapia coadiuvante sicura per il trattamento di alcuni tipi di mal di testa, sono necessarie ulteriori ricerche per comprenderne appieno il funzionamento e per determinare la dose appropriata di CBD per ciascun individuo.

È fondamentale utilizzare prodotti a base di CBD di alta qualità, in dosi adeguate e sotto la supervisione di un professionista per garantire un uso sicuro ed efficace.

Nota: questo è un articolo informativo e non intende prevenire, diagnosticare o trattare alcuna malattia. Il suo contenuto può integrare, ma non deve mai sostituire, una diagnosi o un trattamento di una malattia o di un sintomo. I prodotti Cannactiva non sono farmaci e sono destinati all’uso esterno. Tenete presente che potrebbero esserci nuove prove scientifiche. Pertanto, prima di utilizzare il CBD, è bene consultare il proprio medico.

Riferimenti
  1. Chandwani, B., Bradley, B. A., Pace, A., Buse, D. C., Singh, R., & Kuruvilla, D. (2023). L’esplorazione delle terapie con cannabis e cannabinoidi per l’emicrania. Current pain and headache reports, 27(9), 339-350.
  2. Urits, I., Gress, K., Charipova, K., Habib, K., Lee, D., Lee, C., Jung, J. W., Kassem, H., Cornett, E., Paladini, A., Varrassi, G., Kaye, A. D., & Viswanath, O. (2020). Uso del cannabidiolo (CBD) per il trattamento del dolore cronico. Migliori pratiche e ricerca. Anestesiologia clinica, 34(3), 463-477.
  3. Università di Syracuse. (2021, 25 aprile). Una ricerca mostra gli effetti antidolorifici del CBD. ScienceDaily. Recuperato il 17 dicembre 2024.

Masha Burelo
Investigadora en cannabinoides | Doctoranda en Neurociencia

Mi Cesta0
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
Aprire la chat
1
Avete bisogno di aiuto?
Ciao!
Possiamo aiutarvi?
Attenzione Whatsapp (lunedì-venerdì/ 11.00-18.00)