Age Verification

Verifica dell'età

Per continuare, conferma di essere maggiorenne.

Cosa sono i cannabinoidi acidi?

Laboratorio di cannabis

Cosa significa cannabinoidi in forma acida? Se quando sentite parlare di “cannabinoidi acidi” vi viene una faccia da poker, siete nel posto giusto. In realtà è molto semplice: la pianta di cannabis produce cannabinoidi sotto forma di acidi, che non hanno effetti psicoattivi. Poi, fumando o vaporizzando i fiori di cannabis Questi cannabinoidi acidi vengono poi trasformati dal calore nelle forme più attive, come il THC o il CBD.

Negli ultimi anni è cresciuto l’interesse per lo studio dei cannabinoidi acidi e delle loro potenziali applicazioni terapeutiche. In questo post spieghiamo cosa sono i cannabinoidi acidi, come si differenziano dai cannabinoidi attivi o neutri e il potenziale che potrebbero offrire.

Cosa sono i cannabinoidi in forma acida?

I cannabinoidi in forma acida sono i precursori dei cannabinoidi che conosciamo, come il THC o il CBD. Il primo acido cannabinoide scoperto fu il CBDA (acido cannabidiolico), isolato nel 1955 da Krejci e Santavy.

Durante la crescita della pianta, i cannabinoidi vengono sintetizzati in forma acida, rappresentata da una “A” alla fine del nome del cannabinoide. La pianta di cannabis produce THC (tetraidrocannabinolo) sotto forma di THCA (acido tetraidrocannabinolico) e CBD sotto forma di CBDA (acido cannabidiolico).

Ad esempio, il 95% del CBD presente nella cannabis è sotto forma di acido cannabidiolico (CBDA).

I cannabinoidi acidi non producono effetti psicoattivi e sono meno attivi delle loro forme neutre. Sebbene siano generalmente considerati biologicamente inattivi, si stanno scoprendo sempre più proprietà di questi composti.

Struttura chimica dei cannabinoidi acidi

La struttura chimica dei cannabinoidi acidi è molto simile a quella delle loro forme neutre. La differenza principale sta nella presenza di un gruppo acido carbossilico (COOH) nelle molecole. Questo gruppo chimico è quello che conferisce ai cannabinoidi la loro natura “acida”.

Conversione di cannabinoidi acidi in cannabinoidi attivi o neutri

I cannabinoidi acidi vengono convertiti nelle loro forme attive o neutre quando si applica il calore, in un processo chiamato decarbossilazione noto anche come attivazione dei cannabinoidi.

La forma più antica di decarbossilazione è il fumo di uno spinello, anche se esistono altri metodi più moderni, come la vaporizzazione. Si produce anche durante il calore applicato durante la cottura, ad esempio quando si cuoce un brownie alla marijuana. In misura minore, questo processo avviene anche naturalmente, attraverso il tempo, l’esposizione alla luce e al calore ambientale.

Tipi di cannabinoidi acidi e loro proprietà

THCA (acido tetraidrocannabinolico)

L’acido tetraidrocannabinolico (THCA), chiamato anche delta-9-THCA, D9-THCA, è il precursore del tetraidrocannabinolo (THC). tetraidrocannabinolo (THC) il composto psicoattivo della marijuana. Sono state descritte le forme A (THCA-A) e B, la prima delle quali è la più studiata.

A differenza del THC, il THCA non è psicoattivo, motivo per cui inizialmente si pensava che non fosse una sostanza attiva. Ma secondo gli studi attuali, potrebbe avere proprietà antinfiammatorie, immunomodulatorie, neuroprotettive e antiproliferative. C’è qualche controversia sul suo possibile meccanismo d’azione, poiché inizialmente si pensava che i cannabinoidi acidi non si legassero ai recettori dei cannabinoidi, ma sembra che il THCA abbia un’affinità per i CB2 e soprattutto per i CB1.

CBDA (acido cannabidiolico)

L’acido cannabidiolico (CBDA) è il precursore cannabinoide acido del cannabidiolo (CBD). La CBDA è stata oggetto di interesse da parte della ricerca per i suoi potenziali effetti terapeutici, tra cui proprietà antinfiammatorie, analgesiche, ansiolitiche e antiproliferative.

CBGA (acido cannabigerolico)

L’acido cannabigerolico (CBGA) è il precursore del cannabigerolo (CBG). cannabigerolo (CBG) . Questo cannabinoide è speciale perché è considerato “la madre di tutti gli altri cannabinoidi” (o il padre, a seconda dell’autore). Dalla CBGA, la pianta di cannabis produce i cannabinoidi THC, CBD e CBC in un processo chimico noto come biosintesi dei cannabinoidi.

CBCA (acido cannabicromenico)

L’acido cannabicromenico (CBCA) è uno dei principali cannabinoidi prodotti nella cannabis, insieme a CBDA, THCA e CBGA. Tuttavia, poco si sa sulle proprietà di questo cannabinoide, se non che è la forma acida del cannabicromene (CBC) .

THCVA (acido tetraidrocannabivarinico)

L’acido tetraidrocannabivarinico (THCVA) è il precursore del cannabinoide tetraidrocannabivarina (THCV) . In termini di proprietà e potenziali applicazioni terapeutiche, le conoscenze sul THCVA sono molto più limitate rispetto ad altri cannabinoidi e sono ancora necessarie ulteriori ricerche per comprenderne appieno le proprietà e i potenziali benefici.

CBNA (acido cannabinolico)

L’acido cannabinolico (CBNA) è la forma acida precursore del cannabinoide cannabinolo (CBN) noto anche come “cannabinoide del sonno” per i suoi possibili effetti sedativi. Il CBNA viene prodotto dal THCA. Come nei casi precedenti, le informazioni disponibili sono molto scarse e le loro proprietà esatte non sono note.

CBDVA (acido cannabidivarinico)

L’acido cannabidivarinico (CBDVA) è la forma acida del cannabinoide cannabidivarina (CBDV) che ha proprietà simili al CBD, ma ha dimostrato un potenziale più efficace per alcune delle sue proprietà.

Effetti dei cannabinoidi in forma acida e loro potenziale terapeutico

Per molto tempo, l’interesse farmacologico si è concentrato sullo studio dei cannabinoidi neutri, come il THC e il CBD, che sono considerati le forme attive e hanno comprovate applicazioni mediche. Tuttavia, i cannabinoidi acidi sembrano avere altre proprietà e applicazioni terapeutiche, il che ha portato a un crescente interesse nello studio di questi composti.

Ipoteticamente, gli effetti di questi composti acidi potrebbero interagire con gli altri composti della cannabis e integrare l’effetto dei cannabinoidi neutri, in quello che è noto come “effetto entourage” della cannabis. effetto entourage della cannabis .

I due cannabinoidi acidi più studiati sono il CBDA e il THCA, e nei campi in cui sono più promettenti sono i seguenti:

  • Proprietà antinfiammatorie: sia il THCA che il CBDA hanno dimostrato potenti proprietà antinfiammatorie.
  • Potenziale contro nausea e vomito: La riduzione della nausea e del vomito è una delle aree più studiate del CBDA, forse a causa della sua interazione con i recettori della serotonina.
  • Potenziale antiepilettico: è stato riscontrato che il CBDA ha proprietà antiepilettiche in combinazione con il CBD, il che potrebbe portare allo sviluppo di trattamenti più efficaci per alcuni tipi di epilessia.
  • Potenziale per l’ansia: il CBD ha mostrato effetti ansiolitici in persone con alcuni disturbi d’ansia e depressione, e si pensa che il CBDA possa avere un effetto simile o complementare. Ma sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere appieno il potenziale terapeutico.

Sebbene gli studi preliminari abbiano dato risultati promettenti, sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere appieno le proprietà e le potenziali applicazioni mediche dei cannabinoidi acidi.

Come ottenere i cannabinoidi nella loro forma acida

Vaporizzazioni di cannabis

La vaporizzazione della cannabis a basse temperature sembra essere un buon modo per ottenere i cannabinoidi nelle loro forme acide e neutre. Poiché entrambe le forme di cannabinoidi possono completarsi a vicenda nei loro effetti, sembra essere uno dei modi più ottimali per ottenere gli effetti di questi cannabinoidi.

In uno studio che ha messo a confronto le concentrazioni di THCA di tre metodi convenzionali di consumo di cannabis: vaporizzazione, combustione ed estrazione della cannabis, è emerso che l’estratto della pianta ha la più alta quantità di THCA, la vaporizzazione ha il 5-10% del THCA che si troverebbe nell’estratto e la combustione non ha alcun THCA.

Estrapolando questi risultati al CBD, uno dei modi per ottenere il CBDA sarebbe quello di olio di CBD a spettro completo e poi alle vaporizzazioni.

Ci auguriamo che abbiate trovato interessanti queste informazioni sui cannabinoidi acidi. È incredibile quanta conoscenza contenga uno studio di un solo piano! Con l’aumentare delle ricerche, è probabile che scopriremo altre proprietà dei cannabinoidi in forma acida. Saremo lì a spiegarvelo. Nel frattempo, potete rilassarvi con i prodotti del nostro negozio CBD :

Si noti che questo è un articolo informativo e non intende prevenire, diagnosticare o trattare alcuna malattia o sintomo. Il suo contenuto può integrare, ma mai sostituire, la diagnosi o il trattamento di qualsiasi malattia o sintomo. I prodotti Cannactiva non sono farmaci.

Referencias

Andrea Rezes Esmeraldino
Ricercatore e formatore sulla cannabis: esperto di prodotti CBD presso Cannactiva. Con una vasta esperienza nel mondo della cannabis, Andrea è un esperto dei prodotti CBD di Cannactiva. Ha a [...]

Mi Cesta0
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
Aprire la chat
1
Avete bisogno di aiuto?
Ciao!
Possiamo aiutarvi?
Attenzione Whatsapp (lunedì-venerdì/ 11.00-18.00)