Attiva il tuo sistema endocannabinoide 100% naturale - Cannactiva

Scoprite come attivare il sistema endocannabinoide

Attivare il sistema endocannabinoide

Il sistema endocannabinoide è una delle scoperte più recenti nel campo della medicina. La sua attivazione ha effetti sulla sensazione di benessere e felicità dell’organismo, oltre a molti altri benefici per la salute. Attraverso lo stile di vita e varie sostanze naturali, possiamo attivare il sistema endocannabinoide del nostro corpo. Ecco come.

Benefici ed effetti del sistema endocannabinoide
Infografica sul funzionamento del sistema endocannabinoide. Distribuzione dei loro recettori e delle funzioni che regolano. Adattato da fonte, fonte, fonte.

Che cos’è il sistema endocannabinoide?

Il sistema endocannabinoide è un meccanismo di segnalazione cellulare che influisce su una serie di sistemi fisiologici, tra cui il sistema nervoso centrale. sistema immunitario, nervoso e riproduttivo. È stata scoperta negli anni ’90 studiando la pianta della canapa (Cannabis sativa L.), da cui deriva il nome. Sembra essere uno dei metodi più primitivi di comunicazione cellula-cellula esistenti ed è stata definita come una meccanismo equilibrante, modulante o adattogeno dell’organismo.

Come si può attivare il sistema endocannabinoide?

Modi per attivare il sistema endocannabinoide in modo naturale:

Essere a contatto con la natura

L’aria pulita ravviva il nostro sistema polmonare e, per estensione, tutte le nostre cellule. Bagni nella foresta, escursioni, gite con gli amici… chiamateli come volete. La natura ci riempie di energia, ci libera dal rumore della città e ci permette di ascoltarci meglio.

Pace e tranquillità

Tutti abbiamo bisogno di uno spazio di intimità e di momenti di connessione con noi stessi. La felicità è la chimica del nostro cervello!

Una dieta naturale

Evitare tutto ciò che può alterare il corretto funzionamento cellulare, come i prodotti industriali, gli zuccheri raffinati, i grassi raffinati… Cercate di mantenere una dieta semplice e, quando desiderate qualcosa di dolce, cercate un alimento alternativo ai prodotti industriali. Cenare presto per permettere al corpo di riposare bene.

Mangiare noci e semi

Recentemente si è scoperto che il consumo di acido linoleico (omega 6, abbondante nei semi), aumenta i livelli di endocannabinoidi (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3889814/). Si consiglia di consumare le noci crude o leggermente tostate, senza sale aggiunto e senza friggere. Avete molte opzioni! I nostri preferiti sono i semi di canapa (che sono anche ricchi di proteine e ferro), ma potete aggiungere anche semi di sesamo (calcio), mandorle (magnesio), noci (omega 3), semi di girasole (ferro, vitamina E),… Inoltre, i semi hanno una moltitudine di minerali e vitamine per “germogliare” la vostra salute.

Aggiungete erbe e spezie ai vostri piatti

Chiodi di garofano, Perilla frutescens, pepe nero, rosmarino, origano, salvia, prezzemolo… tutte queste piante sono ricche di beta-cariofillene, un componente abbondante negli oli essenziali, che attiva il sistema endocannabinoide (il beta-cariofillene è un cannabinoide alimentare – https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/18574142/).

Consumare cioccolato all’85% o superiore

Contiene il cannabinoide anandamide ed è anche un potente antiossidante. Il cioccolato di qualità è un “superalimento”.

Esercizio fisico

Ossigena l’organismo e allevia le infiammazioni. Quando le nostre cellule sono ben ossigenate, funzionano meglio. Ricordate che “muoversi” non è un esercizio fisico: cercate di “stancarvi” un po’ salendo le scale, correndo, praticando uno sport, facendo yoga o facendo le macchine in palestra. Quello che vi piace di più!

Scoprite cosa può fare la canapa per voi

In Cannactiva utilizziamo un olio di CBD a spettro completo, che include tutti i benefici del CBD, insieme ad altri cannabinoidi, terpeni e flavonoidi, naturalmente presenti nell’estratto di canapa integrale.

Perché si attiva il sistema endocannabinoide?

Il funzionamento del sistema endocannabinoide è molto più complesso di quanto si pensasse inizialmente. Oltre agli endocannabinoidi, è stato dimostrato che diverse sostanze influiscono su questo sistema, attivandolo o bloccandolo. Il loro studio è uno dei campi più promettenti della farmacologia.

Il sistema endocannabinoide è una complessa interazione tra:

  • Sostanze che agiscono sui recettori cannabinoidi: la spiegazione classica è che i cannabinoidi si legano ai recettori cannabinoidi e li attivano. Ogni tipo di cannabinoide si lega a un tipo di recettore cannabinoide. Ma è molto più complesso: si è visto anche che alcune sostanze bloccano i recettori, impedendo ai cannabinoidi di legarsi; e che altre sostanze si legano parzialmente a questi recettori e modificano il modo in cui le sostanze si legano a questi recettoriche conferiscono una maggiore o minore affinità di legame (chiamata modulatori allosterici). Ad esempio, è noto che il CBD abbassa la soglia di psicoattività del THC(6).
  • Tipo di cannabinoidi In generale, i cannabinoidi agiscono sui “recettori cannabinoidi” CB1 o CB2. Tuttavia, l’effetto di alcuni cannabinoidi può essere più ampio e agire attraverso più sistemi rispetto al solo endocannabinoide. Ad esempio, è stato dimostrato che il cannabidiolo (CBD) e il tetraidrocannabinolo (THC) possono attivare altri “recettori non cannabinoidi”, come i “recettori transienti del potenziale vanilloide” (TRPV) e i “recettori metabotropici” (GPR55, GPR119, GPR18).
  • Sostanze che agiscono sugli enzimi: è stato dimostrato che alcune sostanze agiscono bloccando gli enzimi, impedendo ai cannabinoidi di essere scomposti e prolungando così i loro effetti.
  • Inoltre, come curiosità, sembra che i cannabinoidi presenti nelle piante abbiano effetti diversi a seconda del genere(7).

Piante attivatrici di endocannabinoidi

Nel mondo vegetale troviamo un potente strumento per stimolare il sistema endocannabinoide, attraverso piante con principi che hanno la capacità di attivarlo. Le sostanze più conosciute sono i fitocannabinoidi, ovvero i cannabinoidi presenti nelle piante. La pianta di Cannabis sativa contiene la maggior parte dei cannabinoidi.

L’estratto di canapa è attualmente il più utilizzato, in quanto ricco del cannabinoide CBD (cannabidiolo) e privo dei livelli di THC della marijuana. Ciò le conferisce le proprietà di attivare il sistema endocannabinoide, senza gli effetti psicotropi dell’erba.

Potete vedere tutti i prodotti nel nostro negozio online di CBDcome le creme y Fiori di CBD .

Complesso Cannactiva, cosmetici alla cannabis
Complesso Cannactiva

Complesso Cannactiva

Oltre alla cannabis, esistono altre piante che, pur non contenendo cannabinoidi, presentano sostanze in grado di influenzare il sistema endocannabinoide. Ad esempio. agendo sugli enzimi e diminuendo la degradazione dei cannabinoidi, aumentando la durata dei loro effetti. Queste sostanze sono chiamate cannabimimetici.

Noi di Cannactiva abbiamo sviluppato il Cannactiva Complex, un complesso di estratti di erbe con queste proprietà. Scopritelo nella nostra gamma di cosmetici al CBD!

Cosa succede quando si assumono cannabinoidi?

Il CBD, così come altri cannabinoidi, ha la capacità di attivare il sistema endocannabinoide nel nostro cervello. Questo comporta cambiamenti nel rilascio di neurotrasmettitori come GABA, dopamina e serotonina(2, 3, 4).

Grazie ai suoi effetti sul GABA, il CBD può regolare l’eccitabilità cerebrale, prevenendo l’ansia e fornendo un senso di calma. La dopamina è il neurotrasmettitore che ci spinge a realizzare qualcosa che consideriamo positivo. Infine, la serotonina è nota come “ormone della felicità“.

Il sistema endocannabinoide ci regala benessere e felicità.

Il sistema endocannabinoide svolge un ruolo fondamentale per la salute, intervenendo in una moltitudine di processi biologici, dalla regolazione dell’appetito, del metabolismo, dell’immunità, dell’umore, della fertilità, del tratto gastrointestinale e persino della percezione del dolore.

Questo sistema è stato studiato per regolare l’omeostasi dell’organismo, il suo bilancio energetico, con effetti su intestino, fegato, pancreas, tessuto adiposo e cervello(1).

I cannabinoidi agiscono sui neurotrasmettitori GABA, dopamina e serotonina.

Le parti del sistema endocannabinoide

Il sistema endocannabinoide è composto da tre parti importanti(5):

  • Recettori endocannabinoidi, distribuiti nelle cellule di tutto il corpo. Esistono due tipi di recettori per i cannabinoidi: CB1 e CB2.
  • I cannabinoidi sono una classe di sostanze che si legano ai recettori CB1 o CB2. I cannabinoidi possono essere prodotti dall’organismo stesso(endocannabinoidi) o dalle piante (come i cannabinoidi della cannabis). Vale la pena ricordare che Ogni tipo di cannabinoide si lega a un recettore specifico. Quando ciò accade, si attiva il sistema endocannabinoide e si produce un effetto sull’organismo..
  • Infine, esistono gli enzimi cannabinoidi, sostanze prodotte dall’organismo per scomporre i cannabinoidi, limitando così la durata del loro effetto. I due enzimi responsabili della degradazione dei cannabinoidi sono l’idrolasi delle ammidi degli acidi grassi (FAAH) e la lipasi del monoacilglicerolo (MAGL).

    Andrea Rezes Esmeraldino
    Ricercatore e formatore sulla cannabis: esperto di prodotti CBD presso Cannactiva. Con una vasta esperienza nel mondo della cannabis, Andrea è un esperto dei prodotti CBD di Cannactiva. Ha a [...]

    Mi Cesta0
    There are no products in the cart!
    Continua a fare acquisti
    Aprire la chat
    1
    Avete bisogno di aiuto?
    Ciao!
    Possiamo aiutarvi?
    Attenzione Whatsapp (lunedì-venerdì/ 11.00-18.00)