Age Verification

Verifica dell'età

Per continuare, conferma di essere maggiorenne.

L’aroma della cannabis: scienza e sensazioni

Espositore per fiori di CBD di Cannactiva

Vi siete mai chiesti perché certe varietà di fiori CBD vi affascinano con il loro aroma, mentre altre non vi dicono molto? In questo post vi raccontiamo la scienza che si cela dietro l’inconfondibile aroma della cannabis. Scoprirete che la valutazione degli aromi è più una sensazione che una scienza, che una concentrazione più alta non significa che abbia un odore più simile a quella sostanza, che ogni combinazione è unica e molte curiosità sugli aromi della cannabis. * Foto di copertina: Espositore che si trova nei nostri negozi CBD di Barcellona e CBD di Madrid.

Che cos’è l’aroma di cannabis?

L’aroma della cannabis è inconfondibile ed è una parte essenziale dell’esperienza della cannabis. Come per il vino o il caffè, la cannabis offre un’ampia gamma di aromi e sfumature tra le diverse varietà. Dagli aromi agrumati, dolci, floreali e fruttati a quelli terrosi, speziati e diesel, la ricchezza della cannabis è infinita.

Le degustazioni di marijuana stanno diventando popolari come quelle di vino.

Gli esperti e i conoscitori di cannabis sono sempre più interessati ad apprezzare la gamma di aromi che ogni varietà di cannabis ha da offrire. Noi di Cannactiva classifichiamo gli aromi dei nostri fiori di CBD e possiamo confermare che spesso non è un compito facile.

Terpeni: I composti dietro l’odore della marijuana

L’odore della marijuana è una complessa sinfonia di composti chimici, di cui i terpeni sono i principali protagonisti. I terpeni si trovano all’interno dei tricomi della cannabis, nella resina, insieme ai cannabinoidi. Tuttavia, i cannabinoidi, come il THC o il CBD, non hanno odore.

I terpeni sono i protagonisti dell’aroma della cannabis, mentre i cannabinoidi come il THC o il CBD non hanno alcun odore.

La cannabis produce una quantità straordinaria di terpeni. È in grado di produrre gli stessi terpeni degli agrumi(limonene), del pepe(beta-cariofillene), del pino(alfa e beta pinene, terpinolene), della lavanda(linalolo), del mango(mircene) o della camomilla(bisabololo), come esempi. La sua ricchezza fitochimica è straordinaria.

La cannabis produce gli stessi terpeni di un’ampia varietà di altre piante, come il pino, il limone, il pepe, il mango e la lavanda.

Questi composti hanno un impatto molto più forte del semplice soddisfacimento del nostro olfatto: i terpeni evocano una serie di sensazioni ed effetti nei consumatori di cannabis e possono influenzare l’umore. Dalla sedazione all’innalzamento dell’umore fino al potenziamento della memoria, le proprietà di questi composti sono uniche.

Un altro aspetto interessante dei terpeni è il modo in cui influenzano l’effetto della cannabis. Sappiamo che questi composti sono molto più che aromi: formano una sinergia con i cannabinoidi e ne modulano l’effetto, noto come effetto entourage della cannabis.

Come vengono classificati gli aromi della cannabis?

La classificazione degli aromi di cannabis è più complessa di quanto sembri. Mentre la scienza ci dà un’idea dei composti alla base dell’aroma (principalmente terpeni), l’esperienza umana ci dice qualcosa di diverso.

Misurazione dei terpeni

Dal “boom” dei terpeni, coloro che si dedicano allo studio di questi profili aromatici hanno proposto l’analisi dei terpeni per classificare i diversi ceppi e varietà in base al loro profilo terpenoide. In effetti, dopo la legalizzazione della marijuana e la professionalizzazione del settore negli Stati Uniti, abbiamo visto molti dispensari includere l’analisi dei terpenoidi nelle loro schede informative sui prodotti. Ma oggi sappiamo che questo metodo non è valido e può confondere piuttosto che aiutare.

Lo “scienziato degli odori” Dr. Avery Gilbert, Ph.D. spiega che l ‘analisi dei terpeni non è sufficiente a catturare l’essenza della cannabis, a causa della complessità degli odori, in cui le molecole interagiscono tra loro per produrre combinazioni che danno luogo ad aromi unici.

Carte dei profumi: non è così semplice!

Sebbene si possa pensare che l’identificazione dei terpeni più abbondanti in una varietà fornisca una descrizione accurata del suo aroma, la realtà è molto più complessa.

Ogni terpene ha un rapporto unico tra la sua concentrazione e l’intensità del suo aroma. Inoltre, quando vengono combinati, creano profili aromatici che sono più della somma delle loro parti.

Espositore Migliori Fiori CBD Cannactiva
Esposizione di fiori di CBD nei negozi Cannactiva.

Elencare i terpeni in ordine di abbondanza nella cannabis non ci dice quale sia il vero odore di qualcosa. Quando i terpeni vengono mescolati, il risultato olfattivo è diverso dai singoli odori di ciascun terpene. Infatti, i profumieri studiano non solo gli aromi primari, ma anche le loro combinazioni di base (chiamate “accordi”), prima di creare un profumo.

I misteri che si celano dietro l’odore della cannabis

Un altro fattore importante è la soglia di rilevamento degli aromi. Ogni terpene ha una concentrazione minima al di sopra della quale il suo aroma può essere percepito. La concentrazione rilevabile dall’olfatto umano è molto inferiore al livello di terpeni che un gascromatografo può rilevare.

L’olfatto umano è in grado di rilevare terpeni in quantità minime, non rilevabili dalle macchine.

Inoltre, ogni terpene ha una relazione unica tra la sua concentrazione e l’intensità dell’odore. Alcuni terpeni hanno un’intensità di odore molto più forte di altri alla stessa concentrazione. Inoltre, piccole variazioni di concentrazione possono comportare grandi variazioni nella dominanza dell’odore. Ecco perché, spiega il dottor Gilbert, piccoli cambiamenti in un profumo possono renderlo molto diverso.

Pertanto, è estremamente difficile tradurre un cromatogramma o un’analisi dei terpeni in uno specifico aroma di cannabis. Abbiamo bisogno di un giudizio soggettivo per poter valutare realmente l’odore della cannabis!

Degustazioni di marijuana

Una valutazione soggettiva o “test olfattivo” è assolutamente necessaria per comprendere un aroma. Solo con una degustazione di marijuana è possibile rivelare i profili aromatici unici di specifiche varietà di cannabis.

Secondo uno studio scientifico (2), ai partecipanti è stato chiesto di descrivere diverse varietà di cannabis in base al loro aroma, sembra che i profili aromatici della cannabis possano essere raggruppati in due grandi categoriearomi terrosi, legnosi ed erbacei, oppure aromi agrumati, dolci e penetranti o pungenti.

È interessante notare che lo studio ha anche rilevato che le varietà con aromi di agrumi erano percepite come più potenti e quindi avevano un prezzo stimato più alto, rispetto alle varietà con aromi terrosi.

Tuttavia, anche le degustazioni di marijuana non sono un metodo infallibile. La percezione del profumo non è solo un’esperienza sensoriale, ma è influenzata da fattori emotivi, culturali e di memoria. Due persone possono descrivere lo stesso profumo in modo diverso a causa delle proprie esperienze, ricordi e riferimenti.

Inoltre, le persone che fanno uso di cannabis possono percepire i suoi aromi in modo diverso da quelle che non ne fanno uso.

In conclusione…

La classificazione degli aromi di cannabis è un mondo a parte. Non solo esiste un’enorme ricchezza di composti aromatici e di possibili combinazioni nella cannabis, ma esiste anche una danza tra scienza e sensazione che rende difficile stabilire una classificazione “universale”. Ma allo stesso tempo, questa soggettività è ciò che ci permette di provare sensazioni uniche con questa pianta.

Vi invitiamo a scoprire le vostre varietà preferite con una delle nostre confezioni. Scoprite la varietà di aromi che la cannabis ha da offrire!

Referencias y más información
  1. Avery Gilbert, Ph.D., Headspace Sensory, LLC. La chimica e la percezione dei terpeni. Articolo pubblicato nella rivista Terpenes & Testing, 2021. Disponibile all’indirizzo: https://www.averygilbert.com/
  2. Gilbert AN, DiVerdi JA. La percezione dei consumatori delle differenze di ceppo nell’aroma della Cannabis. PLoS One. 2018 Feb 5;13(2):e0192247. doi: 10.1371/journal.pone.0192247. PMID: 29401526; PMCID: PMC5798829.

Eli Carballido
Dietista nutricionista | Experta en fitoterapia y nutrición

Mi Cesta0
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
Aprire la chat
1
Avete bisogno di aiuto?
Ciao!
Possiamo aiutarvi?
Attenzione Whatsapp (lunedì-venerdì/ 11.00-18.00)